Dona Adesso

Foresta / Pixabay CC0 - Pexels, Public Domain

“Non dimentichiamo mai che l’ambiente è un bene collettivo”

Giornata Mondiale dell’Ambiente 2017

“L’ambiente è un bene collettivo.” Lo ha ricordato papa Francesco nel tweet postato oggi, lunedì 5 giugno 2017, sul suo account @Pontifex_it in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente.

“Non dimentichiamo mai che l’ambiente è un bene collettivo, patrimonio di tutta l’umanità e responsabilità di tutti”, dice il tweet completo di Francesco, in linea con la sua enciclica “Laudato Si’ ” sulla salvaguardia della “Casa comune”, firmata il 24 maggio del 2015, Solennità di Pentecoste.

Diversi esponenti vaticani hanno ricordato nei giorni scorsi l’urgenza e la necessità della tutela dell’ambiente dopo il ritiro degli USA dagli “Accordi di Parigi” (COP 21), annunciato la settimana scorsa dal presidente Donald Trump.

Mentre il prefetto del dicastero per lo Sviluppo umano integrale, il cardinale Peter Turkson, ha dichiarato che alcuni temi non vanno politicizzati, perché “il clima è un bene pubblico globale che non si limita ad un determinato Paese”, il cancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze e della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali, mons. Marcelo Sanchez Sorondo, ha parlato in un’intervista con La Repubblica di “uno smacco” e di una visione che “non soltanto è un disastro ma anche del tutto antiscientifica”. Credo — ha detto il vescovo e teologo argentino — che dietro ci siano le lobby del petrolio. Sono loro a spingerlo. Probabilmente è ‘manovrato’ da loro e non ha possibilità di opporsi, ammesso che lo voglia.”

Nel loro messaggio per l’inizio del ramadan, il presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso, il cardinale Jean-Louis Tauran, e il segretario dell’organismo vaticano, mons. Miguel Ángel Ayuso Guixot, hanno ricordato il 2 giugno scorso a loro volta che il pianeta è una “casa comune”, “una dimora per tutti i membri della famiglia umana”. “Nessuna persona, nazione o popolo può imporre in modo esclusivo la propria comprensione del pianeta”, sottolineano.

Anche l’arcivescovo di Monaco-Frisinga, il cardinale Reinhard Marx, presidente della Conferenza Episcopale della Germania e della ComECE (Commissione delle Conferenze episcopali della Comunità europea), nonché membro del Consiglio dei Cardinali (“C9”), è intervenuto sul tema. “Anche se la decisione del presidente degli Stati Uniti non è una sorpresa, si tratta di una sfida importante per la tutela dell’ambiente a livello internazionale”, scrive il porporato in un comunicato diffuso il 2 giugno. “Infligge — così prosegue — un duro colpo al clima di fiducia globale che aveva generato l’accordo alla Conferenza sul clima a Parigi.” (pdm)

About Marina Droujinina

Giornalismo (Mosca & Bruxelles). Teologia (Bruxelles, IET).

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione