Dona Adesso

Nigeria: ucciso padre clarettiano in un agguato stradale

Si tratta di padre Dennis Osuagwu, che aveva un incarico presso l’Imo Polytechnic di Enwerem. Con lui sono 13 gli operatori pastorali uccisi nel 2015

Un padre clarettiano di nome Dennis Osuagwu, è stato assassinato il 15 agosto a Nekede, in Nigeria. Lo confermano all’agenzia Fides fonti della casa generalizia dei Clarettiani (Missionari Figli del Cuore Immacolato di Maria). “Al momento non abbiamo ulteriori dettagli sulle circostanze della morte del nostro Padre”, dicono dalla casa generalizza.

Secondo la stampa nigeriana, p. Osuagwu è stato ucciso in un agguato stradale lungo la Nekede Avu Road, mentre transitiva sul suo suv Toyota in un sentiero di una zona molto boscosa e abbandonata che porta a Port Harcourt. Il religioso che operava nell’arcidiocesi di Owerri, nel sud della Nigeria, aveva anche un incarico presso l’Imo Polytechnic, di Enwerem. 

La polizia si starebbe orientando su contrasti all’interno del Politecnico come possibile movente del brutale omicidio del religioso. Negli ultimi tempi sembra infatti che nella struttura ci fossero tensioni personali e recentemente si erano registrate discussioni piuttosto animate.

Nella stessa regione della Nigeria, un mese fa un altro sacerdote, padre Francis Ugoo Egbebu, parroco della parrocchia di San Patrizio, era stato rapito e trattenuto da un gruppo di malviventi per quattro giorni. L’intervento della polizia locale consentì la liberazione dell’ostaggio.

Con padre Osuagwu sono 13 gli operatori di pastorale uccisi nel 2015, di cui 10 sacerdoti, due religiose e un operatore Caritas.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione