Dona Adesso

Nell’anno dell’Expo, “Around the Future”, Il Festival Internazionale della Letteratura e Cultura Ebraica a Roma

Dal 5 al 9 settembre, nel consueto scenario dell’Antico Quartiere Ebraico

Da sabato 5 settembre sino a mercoledì 9 si svolge a Roma l’ottava edizione del Festival Internazionale della Letteratura e Cultura Ebraica dal tema “Around the Future”, il cui programma è consultabile sul sito www.festivaletteraturaebraica.it.

Il Festival, promosso dalla Comunità Ebraica di Roma partecipa alla Giornata Europea della Cultura Ebraica ed è curato come di consueto da Ariela Piattelli, Raffaella Spizzichino, Shulim Vogelmann e quest’anno anche da Marco Panella [1].

Il tema di questa edizione “vuole offrire al pubblico una lettura culturale dell’impatto della tecnologia sulla vita quotidiana e sulla sua aspettativa di miglioramento per il futuro”. E questo  tema riprende le innovazioni presentate al Padiglione di Israele all’Expo di Milano, sia con il giardino verticale nella parete esterna che, all’interno, con la narrazione di come la tecnologia in generale e l’irrigazione a goccia in particolare abbiano consentito le coltivazioni nel deserto.   

Tra i tanti eventi ne segnaliamo tre: Il primo, sabato 5 alle ore 22,30 al quale parteciperà la cabbalista Yarona Pinhas dal titolo “Do you water future? Conversazioni sull’acqua”  dove, l’acqua e la parola, anche se su piani diversi, sono indispensabili all’esistenza umana ed entrambe corrono il rischio di degradarsi, cessando di essere una sorgente di vita [2].

Il secondo, quello di domenica 6 alle 19,30 con lo scrittore israeliano Etgar Keret che parlerà con il giornalista Corrado Ruggeri di “Tel Aviv Smart City” e di come la tecnologia abbia migliorato la qualità della vita nella città che fa da palcoscenico alle sue storie.

Il terzo, lunedì 7 alle 21, con Marco Molinari [3] in un incontro intitolato “Umano più che umano: ReWalk il futuro oltre i limiti”, dove si presenterà al pubblico l’esoscheletro robotico ReWalk declinazione tecnologica straordinaria che restituisce capacità motoria – e quindi futuro e speranza – ai paraplegici.   

Per il 2015, pertanto, prima di incamminarsi nello scenario dell’Antico Quartiere Ebraico, per chi non ha avuto ancora la possibilità di recarsi a Milano, può valere la pena collegarsi al sito israeliano di Expo (www.expo2015.org/it/israel) e prepararsi a questo “Around the Future”.

*

NOTE

[1] – Il Festival 2012 era intitolato “Oltre i Confini”, quello del 2013 “Un paese per giovani” e quello del 2014 “What’s up family? Cosa succede famiglia?”. Per approfondimenti possono essere consultate le edizioni di Zenit rispettivamente del 13 settembre 2012, del 21 luglio 2013 e del 13 settembre 2014.

[2] – All’evento, moderato da Franco Di Mare,  parteciperanno anche i manager Dani Schaumann e Paolo Saccani.

[3] – E’ direttore dell’Unità Operativa Complessa “Riabilitazione Neuromotoria e Sezione Mielolesi” e responsabile del Laboratorio di Neuroriabilitazione Sperimentale della Fondazione Santa Lucia. All’evento, moderato da Luigi Contu, parteciperà anche Ruggero Raccah.

About Antonio D'Angiò

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione