Dona Adesso

Musica e cultura argentina sulla Radio Vaticana

Domani, alle 11.30, la prima delle tre puntate della trasmissione “Musica dalla fine del mondo”, ideata e condotta da Marco De Lillo

A partire da domani 19 aprile, andrà in onda, alle 11.30, sulla Radio Vaticana, la prima di tre puntate della trasmissione “Musica dalla fine del mondo”, ideata e condotta da Marco De Lillo. Il debutto di domani sarà dedicato ai cantanti argentini di origine italiana. Tra questi, Odino Faccia, di origine abruzzese,  che ha recentemente composto e cantato “Para pue todos sean uno” e “Busca la Paz”, su testi rispettivamenti di Papa Francesco e Giovanni Paolo II.

Ci sarà poi “El Baile de la gambeta” dell’importante cantante argentino-piemontese Gustavo Cordera, il quale, attraverso la metafora del calcio, racconta il dramma della droga che ha rovinato la vita del fratello che ha visto svanire il sogno di diventare un campione.  

Vittima dell’abuso di sostanze è stato anche il cantante romano Luca Prodan, sconosciuto in Italia, considerato un mito in Sudamerica dove per primo ha portato generi come il punk, lo ska e il reggae.

Con Andres Calamaro ci sarà un inno rock dedicato agli artisti argentini scomparsi prematuramente e alla loro sensibilità verso il trascendente e l’aldilà. Si parlerà anche di Gustavo Cerati leader dei Soda Stereo, il più importante gruppo rock latinoamericano. Anche Cerati è scomparso recentemente, dopo 4 anni di coma. Papa Francesco ha scritto all’anziana madre del cantante che, con grande fede, speranza e amore, è stata al capezzale del figlio fino all’ultimo momento.

Nella trasmissione anche i nomi di Franco De Vita, Piero De Benedictis, Giancarlo Pagliaro, cantanti diventati celebri in Sudamerica, partiti come bambini poveri dall’Italia. Poi i “Los Autenticos Decadentes”, divertente gruppo le cui canzoni sono le più cantate negli stadi dell’America Latina, grazie all’incredibile mix di generi e sonorità nei loro pezzi, tra cui la tarantella.  

Immancabile lo spazio dedicato al tango, genere che deve molto agli artisti di origine italiana. Fra questi si ascolteranno i pioneri Pascual Contursi, Ignacio Corsini e anche i magici innovatori Astor Piazzolla e Amelita Baltar, autori molto amati dal Santo Padre.  

La trasmisssioni andranno in onda lunedi, mercoledì, e venerdi alle 11.30, sul canale RomaInRadio (103.8 FM) e in tutto il mondo su www.radiovaticana.org.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione