Dona Adesso
Cathedral of Cuneo

WIKIMEDIA COMMONS

Monsignor Piero Delbosco è il nuovo vescovo di Cuneo-Fossano

La scelta di papa Francesco ricade su un parroco dell’arcidiocesi di Torino. Nosiglia: “Una prova di affetto e benevolenza del Santo Padre verso di noi”

A seguito della rinuncia del vescovo di Cuneo-Fossano, monsignor Giuseppe Cavallotto, papa Francesco ha nominato come suo sostituto monsignor Piero Delbosco, sacerdote dell’arcidiocesi di Torino, finora parroco a Poirino, città in cui è nato il 15 agosto 1955.

Delbosco ha frequentato il Seminario Minore di Rivoli (Torino), proseguendo gli studi ecclesiastici presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale (Sezione di Torino), dove ha conseguito il Baccellierato in Teologia. È stato ordinato presbitero il 15 novembre 1980 ed incardinato nell’arcidiocesi di Torino.

Il vescovo designato di Cuneo-Fossano ha ricoperto vari incarichi come parroco e vicario parrocchiale, ed è stato vicario episcopale territoriale del distretto Ovest di Torino, provicario generale e moderatore della Curia Arcivescovile di Torino, delegato per il Diaconato Permanente e per la Preparazione al Diaconato e membro della Consulta Nazionale Presbiterale. Dal 20 marzo 2010, monsignor Delbosco è Prelato d’Onore di Sua Santità.

La notizia della nomina episcopale, è stata accolta con “grande gioia” dall’arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, che ha comunicato la nomina in un messaggio ai fedeli della sua arcidiocesi.

Secondo il presule, tale nomina “indica quanto il Papa stimi il presbiterio torinese e dia prova dell’affetto e benevolenza verso la nostra Diocesi, dopo averlo ampiamente dimostrato nella sua recente visita a Torino nel giugno scorso”.

Di monsignor Delbosco, Nosiglia ha sottolineato il servizio “fecondo” in qualità di provicario diocesano, in cui “ha avuto modo di
stabilire un proficuo e stimato rapporto con i presbiteri e le
parrocchie e comunità ecclesiali della Diocesi”.

L’arcivescovo ha poi ricordato l’incarico di Delbosco come rettore del santuario della Consolata e le “apprezzate iniziative di
spiritualità e di carità” legate al Santuario stesso.

L’elogio di Nosiglia per il nuovo vescovo di Cuneo-Fossano è motivato anche dalla “formazione” e dall’“accompagnamento degli aspiranti diaconi e di quelli già ordinati”, dai quali “si è fatto voler bene e stimare”.

Avvalendosi della “ricca esperienza pastorale” maturata nell’arcidiocesi di Torino, monsignor Delbosco potrà “guidare con sapienza e amore di pastore le sue due Diocesi che vantano una lunga e ricca tradizione cristiana, culturale e sociale nella nostra Regione”, ha quindi concluso monsignor Nosiglia.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione