Dona Adesso
Assembly Comunità Papa Giovanni XXIII

Ufficio Stampa Comunità Papa Giovanni XXIII

“Mettere su famiglia è una scelta trasgressiva”

Durante la tre giorni annuale della Comunità Papa Giovanni XXIII, il presidente Ramonda lancia un appello alla coerenza per i politici cristiani

«Ci sono politici che si dicono cattolici e hanno avuto 3 o 4 mogli o mariti, politici che si definiscono non credenti e sono fedeli alla propria moglie, al proprio marito, da anni. Chi, secondo voi, vive il vangelo della famiglia?. ‘Dai loro frutti li riconoscerete’ dice Gesù»

Lo ha detto con forza Giovanni Ramonda nell’intervento di apertura della Tre giorni annuale della Comunità Papa Giovanni XXIII, iniziata oggi nei padiglioni della Fiera di Forlì.

«Scegliere oggi un amore fedele, aperto a generare la vita, ad accogliere chi è abbandonato, è una scelta coraggiosa e trasgressiva, che può tornare ad attirare anche i giovani. La famiglia non è un passato da difendere ma un futuro da costruire, l’unica risorsa in grado di assicurare un futuro ad una società che sta invecchiando preoccupata di difendere i privilegi acquisiti anziché far spazio alle nuove generazioni».

«Oggi si sta affermando una famiglia post-moderna dalla struttura instabile e imprevedibile, fondata più sui diritti individuali degli sposi che sulle loro responsabilità di fronte alla compagine familiare – ha proseguito –. È una visione che non genera futuro».

 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione