Dona Adesso

“Marciamo nella luce di Dio!”: il 14 maggio marcia pro-life a Ottawa

Diffuso messaggio dell’Organismo cattolico per la vita e la famiglia in vista dell’evento, in cui si ribadisce che ogni vita, dal concepimento alla morte, “è un dono di Dio”

Sarà “Marciamo nella luce di Dio!” lo slogan della Marcia per la vita che si terrà ad Ottawa, in Canada, il prossimo 14 maggio. Per l’occasione, l’Organismo cattolico per la vita e la famiglia (Ocvf), legato alla Conferenza Episcopale canadese, ha diffuso un messaggio in cui – informa la Radio Vaticana – si ribadisce che “ogni vita umana, dal concepimento e fino alla morte naturale, è un dono di Dio. Per difendere la vita, dunque, marciamo nella luce di Dio, sorgente di ogni esistenza”.

“Si potrebbe obiettare, a ragione, che non serve essere credenti per riconoscere il valore unico della vita”, si legge nel testo, che prosegue: “Mentre le violenze del secolo scorso ci hanno insegnato che, rifiutando Dio e la sua legge, perdiamo inevitabilmente il rispetto per la creazione e, soprattutto, per la vita umana, la quale, lontana dalla luce di Dio, diventa un oggetto del quale disporre secondo la propria volontà”.

“Escludendo, infatti, la luce di Dio – prosegue il messaggio – la persona umana vive nelle tenebre, spazio in cui le decisioni di vita e di morte, fondate su mezze verità, sono spesso seguite da amari rimpianti che durano tutta la vita”.

Quindi, l’Organismo cattolico per la vita e la famiglia sottolinea che “alla luce di Cristo, noi percepiamo con chiarezza le scelte difficili che la vita, talvolta, ci presenta, e siamo capaci di prendere buone decisioni affinché la vita sia vincente”. “Insieme a Cristo – si legge ancora – diventiamo uomini e donne donati agli altri: ai deboli, ai vulnerabili, ai nascituri, ai malati, agli emarginati ed ai moribondi”. E restando uniti a Gesù, ribadisce l’Ocvf, l’uomo è in grado di “vivere la sua sessualità secondo il piano di Dio, cercando il bene degli altri e facendo dono di sé nella vocazione alla quale Dio chiama ciascuno di noi”.

Il messaggio si conclude con il richiamo al “valore inestimabile che la vita umana possiede grazie alla sua origine”:  “Marciamo nella luce di Dio e che vinca la vita!”. 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione