Dona Adesso

Commons Wikimedia

Madre Teresa: veglia e concerto alla vigilia della canonizzazione

Il 2 settembre a San Giovanni in Laterano un momento di preghiera presieduto dal card. Vallini. Il 3 settembre sera, concerto gratuito organizzato dalla Ccee

Sarà un calendario fitto di eventi quello che precederà e seguirà la canonizzazione della beata Madre Teresa di Calcutta (1910 – 1997). La fondatrice della Congregazione delle Missionarie della Carità sarà proclamata Santa da Papa Francesco domenica 4 settembre in piazza San Pietro, alle 10.30, durante la solenne concelebrazione eucaristica in occasione del Giubileo degli operatori e dei volontari della misericordia.

Sarà sempre il Santo Padre il giorno precedente, alle 10 in piazza San Pietro, a tenere la catechesi a loro rivolta. Mentre la Messa di ringraziamento, il 5 settembre (prima festa di Santa Teresa di Calcutta) nella basilica di San Pietro in Vaticano alle ore 10, sarà presieduta dal cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato Vaticano. L’animazione musicale della liturgia sarà curata dal Coro della Diocesi di Roma, diretto da monsignor Marco Frisina, che eseguirà per la prima volta l’inno appositamente scritto intitolato Let us praise, God. “Il testo è tratto esclusivamente dalle parole di Madre Teresa – anticipa l’autore, monsignor Frisina – e riassume la sua testimonianza di amore, misericordia e santità”.

Precederanno la canonizzazione diversi appuntamenti. Domani, 1° settembre, la presidenza della Ccee ha organizzato una conferenza stampa, alle 11, presso la sede della Radio Vaticana a Roma durante la quale interverranno rappresentanti della Conferenza Episcopale Albanese e delle Diocesi di Macedonia e di Bar (Montenegro), nonché l’amministratore apostolico del Kosovo. Gli stessi vescovi organizzano, il 3 settembre alle 19.30, un concerto in onore della Santa nella Basilica di San Paolo Fuori le Mura, aperto a tutti.

Due eventi si terranno invece nella basilica di San Giovanni in Laterano, organizzati dalle Missionarie della Carità, l’ordine fondato da Madre Teresa. Il primo di essi, venerdì 2 settembre, sarà la Veglia di preghiera presieduta dal cardinale vicario Agostino Vallini.  Il programma prevede la lettura del Vangelo (Gv 15: 5,8-17), a cui seguirà l’omelia del cardinale vicario, l’adorazione eucaristica e la recita del Santo Rosario (misteri dolorosi).

Intitolata “Irradiando la luce di Cristo: una chiamata alla santità”, inizierà alle 20.30. Durante la liturgia, che sarà animata musicalmente dal Coro della Diocesi di Roma, si pregherà per la pace nel mondo e la pace in ogni cuore, per la santità delle famiglie, dei religiosi e specialmente dei sacerdoti e dei missionari di misericordia e ci sarà la possibilità di accostarsi al sacramento della confessione in lingue diverse. Al termine della liturgia, come segno dell’amore della Beata e della sua presenza, a ciascuno verrà data una piccola immagine con una reliquia e una breve citazione.

Sarà sempre la Basilica lateranense a ospitare, poi, dal pomeriggio di lunedì 5 (ore 16-18) a martedì 6 settembre (ore 7-18) la venerazione delle reliquie di Santa Teresa di Calcutta. Essa proseguirà mercoledì 7 e giovedì 8 settembre nella chiesa dei Santi Andrea e Gregorio al Celio (piazza San Gregorio, 1), dalle 9 alle 18, con la possibilità di visitare la stanza di Madre Teresa nel convento di San Gregorio (ore 8.30-18).

Altri appuntamenti di preghiera sono previsti venerdì 2 settembre nella basilica di Sant’Anastasia al Palatino (piazza Sant’Anastasia): alle 9 la Messa in inglese, alle 10.30 la Messa in spagnolo e alle 12 la Messa in italiano. Al termine di ogni celebrazione sarà possibile venerare la reliquia della beata Madre Teresa e confessarsi.

In programma anche una mostra alla Lumsa e un momento di preghiera e meditazione con arte e musica a Sant’Andrea della Valle. L’esposizione, intitolata ‘Vita, spiritualità e messaggio di Madre Teresa’, “darà la possibilità al visitatore di entrare in contatto con la missione umana e spirituale della “piccola Matita di Dio” attraverso foto, documenti, oggetti e scritti personali”,come spiegano i curatori.

Infine, sabato 3 settembre alle 17 nella basilica di piazza Vidoni, il coro e l’orchestra Fideles et Amati eseguirà l’oratorio Mother, composto da Marcello Bronzetti. Seguirà la celebrazione della Messa e la venerazione delle reliquie della beata Teresa di Calcutta.

 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione