Dona Adesso
Card. PIetro Parolin © Cels

Card. PIetro Parolin © Cels

Madagascar. L’invito del card. Parolin a praticare le Beatitudini

Ieri il segretario di Stato ha celebrato la Messa in uno stadio gremito da 80mila persone, nella sua omelia l’invito a rendere concreto il messaggio evangelico

Prosegue il viaggio del card. Pietro Parolin in Madagascar. Il segretario di Stato della Santa Sede è partito per il Paese africano nella notte tra il 26 e il 27 gennaio, in occasione del 50esimo anniversario dell’avvio delle relazioni diplomatiche tra Madagascar e Vaticano.

Domenica, nello stadio “Mahamasina” della capitale Antananarivo, il porporato ha celebrato Messa davanti a 80mila fedeli, in presenza del cardinale mauriziano Maurice Piat, il nunzio apostolino mons. Paolo Gualtieri e tutti i vescovi del Madagascar. Hanno partecipato anche il Presidente della Repubblica, le massime Autorità dello Stato e rappresentanti di altre religioni.

Il card. Parolin nella sua omelia si è soffermato sul Discorso delle Beatitudini, proposto nel Vangelo del giorno. Egli ha ricordato che Sant’Agostino lo definiva “il compendio di tutto il Vangelo”. Dal segretario di Stato è giunto l’appello a mettere in pratica le Beatitudini, sul piano personale, spirituale e sociale. Per questo Papa Francesco ha invitato i giovani a riflettere sulle Beatitudini per le Giornate Mondiali della Gioventù.

In serata il card. Parolin ha visitato il monastero delle Carmelitane.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione