Dona Adesso

San Pietro - Foto © Wikimedia Commons - Fczarnowski, CC BY-SA 4.0

LEV: oggi finisce il mandato di padre Costa

Cerimonia di saluto e di ringraziamento

Dopo aver guidato per dieci anni la casa editrice del Vaticano, la “Libreria Editrice Vaticana” (LEV), don Giuseppe Costa SDB, 71 anni, ha concluso oggi, venerdì 30 giugno, il suo incarico di direttore. Lo ha reso noto un comunicato dell’ufficio stampa della LEV.

Nell’occasione è stata organizzata questa mattina presso la LEV una cerimonia di saluto e di ringraziamento, alla quale hanno partecipato tra gli altri mons. Angelo Becciu, sostituto per gli affari generali della Segreteria di Stato, inoltre mons. Dario Edoardo Viganò, prefetto della Segreteria per la Comunicazione, e don Francesco Cereda SDB, vicario del Rettor Maggiore dei Salesiani.

Mentre mons. Dario Viganò ha ringraziato don Costa per i suoi dieci “gloriosi anni di servizio”, mons. Becciu ha reso omaggio alla “professionalità, passione e intelligenza” con la quale il salesiano ha saputo “elevare su scala internazionale” la casa editrice vaticana.

Da parte sua, don Costa ha ringraziato tutti quanti e ha svelato i suoi programmi futuri, che lo porteranno nella natia Sicilia — è nato a Gela, in provincia di Caltanissetta — , dove si occuperà di cultura e di scuola.

Papa Francesco, così rivela la nota della LEV, ha ricevuto don Costa in udienza e ringraziato attraverso una lettera personale.

Lunedì scorso lo stesso don Costa si era già congedato dai giornalisti con una breve lettera. “Come testimoni dell’attività editoriale della LEV desidero esprimervi il grazie più fraterno e sincero per il contributo professionale dato alla crescita dell’editrice e alla diffusione dei suoi libri”, aveva scritto il salesiano.

“Se oggi la LEV è una entità editoriale il cui ‘brand’ gode un ampio ascolto internazionale parte del successo si deve anche alla vostra attenzione e professionalità.”

Sotto la direzione di don Costa, che è anche docente presso l’Università Pontificia Salesiana (UPS), i testi del Papa e i documenti della Santa Sede sono stati promossi sulla scena internazionale e in vari saloni del libro, fra cui la “Buchmesse” di Francoforte sul Meno, in Germania, e il “Salone Internazionale del Libro” di Torino.

Il lavoro della Santa Sede nell’ambito dell’editoria è legato alla fondazione della “Stamperia vaticana” il 27 aprile 1587 sotto papa Sisto V (1585-1590) con il breve “Eam semper”. La creazione della LEV faceva parte dello sforzo per modernizzare la struttura del Vaticano sotto il pontificato di Pio XI (1922-1939).

Un notevole successo per la LEV ha riscosso la pubblicazione dei testi di Giovanni Paolo II, di Benedetto XVI e di papa Francesco. (pdm)

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione