Dona Adesso

LEV: "Con la morte ha sconfitto la morte. Omelia sulla Pasqua" - Foto © Editrice Libreria Vaticana / Dicastero per la Comunicazione

LEV: Disponibile il volume “Con la morte ha sconfitto la morte. Omelia sulla Pasqua”

Comunicato Stampa della Libreria Editrice Vaticana – Dicastero per la Comunicazione

È disponibile in libreria il volume Con la morte ha sconfitto la morte. Omelia sulla Pasqua (pag. 72; Euro 5,00) un’Omelia sulla Pasqua ritenuta a lungo opera autentica di Giovanni Crisostomo, nonché considerata una dei suoi capolavori e, per la prima volta, tradotta in italiano da Lucio Coco, docente e ricercatore.

L’Opera è aperta da una nota introduttiva e bibliografica firmata dal curatore del volume e, oltre a contenere l’Omelia integrale del Boccadoro, è arricchita da una Appendice contenente una versione breve dello stesso testo, funzionale ai fini della liturgia capace di soddisfare nell’immediato anche l’interesse dei più curiosi. I temi contenuti riguardano il significato teologico della risurrezione di Gesù e la sua simbologia: proprio questo giorno, in cui la morte è annichilita e il diavolo sconfitto, diventa per l’umanità «presupposto della pace, punto di partenza della riconciliazione, soppressione delle guerre» (pag. 8). L’opera abbraccia, così, il significato di novità che la risurrezione del Signore ha nel mondo, manifestando la vittoria di Cristo sulla morte. Grazie all’Omelia sulla Pasqua è possibile meditare sul valore di questo aspetto della vita e viverlo intimamente con un sentimento di accettazione e di pace; la morte diventa infatti un luogo di incontro e di speranza.

Uno degli aspetti che vale la pena sottolineare è proprio quello del filo conduttore dell’intera Opera: il sentimento della gioia. Il giorno della resurrezione rappresenta la salvezza del genere umano ed è condiviso non solo con gli angeli e le potenze celesti ma con il Signore stesso (cfr. pag. 15 e pag. 16). Tuttavia il clima di letizia e festosità del giorno di Pasqua non deve tradursi «in comportamenti più consoni alla sfera mondana» (pag. 17); i cristiani sono invitati a non cedere «all’ebbrezza, ai banchetti e alle frequentazioni di giochi e spettacoli» (pag. 17). L’Omelia è chiusa da un parallelismo «tra la morte e resurrezione di Cristo e il battesimo ricevuto nella notte di Pasqua – come Cristo è risorto così coloro che erano morti per i peccati sono risuscitati per la grazia vivificante del battesimo» (pag. 19). Sono rilevabili inoltre alcune parole chiavi affinché lo stile di vita dei cristiani e il richiamo alla sobrietà Quaresimale e Pasquale risultino espressione della “ri-creazione” avvenuta nel battesimo:
– Vigilanza intesa come disciplina e autocontrollo;
– Esercizio spirituale collegato alla pratica;
– Controllo degli sguardi, per fronteggiare la concupiscenza degli occhi (1Gv 2,16);
– Compostezza, al fine di percorrere la strada della virtù e realizzare la promessa dei beni futuri.

L’AUTORE
Lucio Coco (1961) affianca all’attività di docente il lavoro di ricerca e di edizione di opere di Giovanni Crisostomo, Evagrio Pontico, Gregorio di Nazianzo e Gregorio di Nissa. È autore di diversi saggi di spiritualità per l’uomo contemporaneo e ha approfondito diversi autori bizantini. Tra le varie pubblicazioni di cui è autore, per LEV ha curato diverse raccolte di pensieri spirituali di papa Benedetto XVI e di Papa Francesco, tra cui il recente Prendi un po’ di vino con moderazione. La sobrietà cristiana. Con prefazione di Papa Francesco.

LA COLLANA
La Collana Vita nello spirito ha come obiettivo quello di condurre, mediante il dialogo, il discepolo, il fedele, verso la chiara coscienza della verità: vuole condividere la bellezza ecclesiale tramite gli scritti di coloro che hanno accolto nella vita lo Spirito Santo, l’Amore del Padre e del Figlio riversato sull’umanità. È proprio questa bellezza che, si è detto, salverà il mondo.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione