Dona Adesso

Commons Wikimedia

Legion d’Onore: premiati due vescovi e numerose personalità religiose

La massima onorificenza francese ha voluto promuovere quest’anno rappresentanti della Chiesa cattolica, del buddismo, dell’islam e dell’ebraismo

Sono numerose le personalità religiose che hanno ricevuto in Francia, lo scorso mercoledì 14 luglio, la Legion d’onore. Istituita nel 1802 da Napoleone Bonaparte, è questa la massima onorificenza attribuita dalla Repubblica francese a personaggi che si sono distinti nel corso dell’anno.
Tra questi la commissione ha individuato il vescovo di Le Havre, Jean-Luc Brunin, presidente del Consiglio Episcopale famiglia e società e membro del Pontificio Consiglio della Pastorale per i migranti e gli itineranti; insieme a lui – informa L’Osservatore Romano – sono stati elevati al grado di ufficiale Guy Aurenche, presidente del Comitato cattolico contro la fame e per lo sviluppo; Christophe Deltombe, presidente di Emmaüs France dal 2007 al 2013; Claire Hédon, presidente nazionale di Atd Quart Monde; Olivier Joël, direttore generale della fondazione medica protestante Diaconesses de Reuilly, e Roger Benarrosh, presidente e fondatore del Movimento ebraico liberale di Francia.
Nominati poi cavalieri, fra gli altri, il vescovo di Saint-Brieuc e Tréguier, Denis Moutel, presidente del Consiglio Episcopale per la pastorale dei bambini e dei giovani, Anouar Kbibech, presidente del Consiglio francese del culto musulmano, Idriss Issop-Banian, presidente e fondatore del Gruppo per il dialogo interreligioso a La Réunion (regione e dipartimento d’oltremare), Bruno Fiszon, gran rabbino della Moselle, e Matthieu Ricard, monaco buddista.
In totale sono state 654 le persone premiate il 14 luglio.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione