Dona Adesso

“Le rivelazioni di Fatima hanno carattere profetico”

Don Franco Manzi, professore al seminario arcivescovile “Pio XI” di Milano, interviene al Congresso Mariologico Mariano Internazionale

“Le rivelazioni di Fatima sono rivelazioni private di carattere profetico”. Lo ha detto a Fatima, dove è in corso il 24° Congresso Mariologico Mariano Internazionale, don Franco Manzi, professore al seminario arcivescovile “Pio XI” di Milano.

Secondo il sacerdote, “le rivelazioni di Fatima non sono riducibili solo ai messaggi dati dalla Madonna e dall’Angelo. Siamo in grado di interpretare il contenuto delle apparizioni di Fatima come una comunicazione dello Spirito Santo che attraverso la presenza della Madonna e dell’Angelo della Pace, parla con i tre pastorelli, Lucia, Francesco e Giacinta”.

“Migliaia di persone si sono sentite attrarre da Fatima non solo dai messaggi di Maria ma soprattutto dalla testimonianza dei tre veggenti, che sono vissuti in accordo con Cristo”, ha aggiunto Manzi. E ha ribadito che le apparizioni di Fatima “sono rivelazioni private di carattere profetico, e che si realizzano attraverso la maturazione della fede e della salvezza dei tre veggenti. Questo ha contribuito alla costruzione e alla conversione della Chiesa portoghese e della Chiesa universale “.

Don Manzi ha inoltre ricordato che i tre bambini hanno “creduto in Cristo” e il loro “carisma profetico si realizza” nell’ambito della “più complessa assistenza dello Spirito Santo alla Chiesa che Gesù ha promesso nei discorsi di Dio”. Per lo studioso, “coloro che hanno studiato il fenomeno di Fatima hanno unificato il messaggio tenendo conto del punto di vista di Lucia in relazione con gli altri due”, e “non è un caso che lo Spirito Santo sia apparso a tre profeti, e non a uno”. Questo mostra una “ricchezza pedagogica per la comunità composta da diversi membri”.

In merito al significato spirituale dell’esperienza vissuta dai veggenti, don Franco Manzi ha spiegato che “Giacinta intuisce la generosa esperienza di Cristo servo, sofferente e abbandonato sulla croce. Nella esperienza spirituale di Francesco c’è una imitazione contemplativa di Cristo nascosto e silenzioso. Nella lunga esperienza di Lucia si intravede una imitazione persistente di Cristo in obbedienza alla volontà salvifica del Padre”-

Don Franco Manzi è un sacerdote della diocesi di Milano dove ha conseguito il dottorato in studi e teologia biblica. È direttore die Sezione e docente di Nuovo Testamento e lingua ebraica presso il Seminario di Milano. Visiting professor del Nuovo e Vecchio Testamento nella Facoltà Teologica del Nord, presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano e di Lugano nella Facoltà di Teologia. E ‘anche editore della rivista “La Scuola Cattolica” collabora con molte riviste di esegesi biblica, di teologia, liturgia e di pastorale.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione