Dona Adesso

S.E. il Sig. Derek Hannon, Ambasciatore di Irlanda presso la Santa Sede, in occasione della presentazione delle Lettere Credenziali - Foto © Vatican Media

Le Lettere Credenziali dell’Ambasciatore di Irlanda presso la Santa Sede

S.E. il Sig. Derek Hannon

Alle ore 11.30 di questa mattina, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza S.E. il Sig. Derek Hannon, Ambasciatore di Irlanda presso la Santa Sede, in occasione della presentazione delle Lettere Credenziali.

Riportiamo di seguito i cenni biografici essenziali del nuovo Ambasciatore:

S.E. il Sig. Derek Hannon
Ambasciatore di Irlanda presso la Santa Sede

È nato il 3 agosto 1960. È celibe. Si è laureato in Scienze dell’Educazione, poi ha conseguito un Master in Storia (University College Dublin). Ha ricoperto, tra gli altri, i seguenti incarichi: Terzo Segretario presso il Dipartimento per gli Affari Politici del Ministero degli Affari Esteri e del Commercio (1986-1987); Terzo Segretario presso il Dipartimento per gli Affari Economici del Ministero degli Affari Esteri e del Commercio (1987-1988); Terzo Segretario di Ambasciata presso la Santa Sede (1988-1992); Terzo Segretario presso il Dipartimento per gli Affari Economici del Ministero degli Affari Esteri e del Commercio (1992-1994); Primo Segretario presso il Dipartimento per gli Affari Culturali del Ministero degli Affari Esteri e del Commercio (1994-1995); Primo Segretario di Ambasciata a Budapest (1995- 1999); Primo Segretario presso il Dipartimento per gli Affari Anglo-Irlandesi del Ministero degli Affari Esteri e del Commercio (1999-2004); Primo Segretario di Ambasciata a Londra (2004-2008); Primo Segretario presso il Dipartimento per il Disarmo e la non Proliferazione Nucleare del Ministero degli Affari Esteri e del Commercio (2008-2011); Primo Segretario di Ambasciata a Washington DC (2011-2015); Primo Segretario presso il Dipartimento per l’Unione Europea del Ministero degli Affari Esteri e del Commercio (2015-2018). Conosce l’inglese e l’italiano.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione