Dona Adesso

La Santa Sede approva gli Statuti della Legio Mariae

Consegnato stamani il decreto del Pontificio Consiglio per i Laici con cui la realtà ecclesiale, nata nel 1921 in Irlanda, viene riconosciuta “associazione internazionale di fedeli”

La Santa Sede ha approvato gli Statuti della Legio Mariae. Questa mattina, presso la sede del Pontificio Consiglio per i Laici, mons. Josef Clemens, segretario del dicastero, ha consegnato il decreto con cui la realtà ecclesiale viene riconosciuta quale associazione internazionale di fedeli.

Nata nel 1921 a Dublino, in Irlanda, per iniziativa di un gruppo di poche persone sotto la guida di Frank Duff, funzionario del Ministero delle Finanze e poi segretario del ministro della Difesa irlandese, la storica associazione si è diffusa capillarmente in tutto il mondo attraverso la formazione di migliaia di gruppi in tutti i Continenti.

L’identità della Legio Mariae è fortemente radicata nella spiritualità mariana e nell’affidamento allo Spirito Santo, che viene proposta ai membri quali obbiettivi prioritari, insieme alla propria santificazione e alla partecipazione alla missione evangelizzatrice della Chiesa. Tutto attraverso l’impegno in tanti apostolati al servizio dei poveri e dei sofferenti e di coloro che sono lontani dalla fede. 

Nel suo discorso – riferisce la Radio Vaticana – mons. Clemens ha sottolineato che la Legio Mariae è “un segno tangibile di come lo spirito missionario dei laici, spesso vissuto unitamente agli impegni quotidiani nella famiglia e nell’attività lavorativa, può andare di pari passo con una profonda comprensione della chiamata alla santità ricevuta per mezzo del Battesimo”.

“L’intera storia della Legione – ha detto il presule – è una meravigliosa testimonianza di fede: fede nell’onnipotenza di Dio, fede nella forza della preghiera a Maria”. E mostra come “le preghiere a Maria pronunciate con fede hanno sempre ottenuto risposta”.

Un aspetto, questo, che appare ancora più straordinario se si ricordano gli “umili inizi” della Legione: “Nel 1921 Frank Duff – ha detto Clemens – ebbe l’intuizione di formare una schiera spirituale di servi devoti alla Vergine, portando Maria al mondo e attraverso Lei il mondo a Gesù”. “E’ stata una vera intuizione profetica”, ha concluso, oltre che “una viva testimonianza di quanto Dio può operare attraverso cuori umili”. (S.C.)

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione