Dona Adesso
Monastery of Jasna Gora

WIKIMEDIA COMMONS

La Polonia e i “voti di Jasna Gora”

A Czestochowa un ciclo di dibattiti in occasione del 1050° anniversario del battesimo della nazione slava

La fedeltà a Dio, la Croce, il Vangelo, alla Chiesa e ai suoi Pastori, è stato il tema del primo dibattito del ciclo “Rapporto di Jasna Góra 2016” che si è svolto la sera del 27 settembre, nella storica Sala dei Cavalieri presso il Santuario di Madonna Nera di Jasna Gora a Czestochowa.

I dibattiti che si terranno per i prossimi nove mesi, sono una iniziativa dell’ordine dei Padri Paolini. Il ciclo “Rapporto di Jasna Góra 2016”  è un’iniziativa di preghiera e di dibattiti, che sono una tappa spirituale e culturale in preparazione per 1050° anniversario del Battesimo della Polonia.

La riflessione sarà basata sui “voti di Jasna Góra”, celebrati nel 1956 dal Primate della Polonia, il servo di Dio cardinale Stefan Wyszyński. Come ha sottolineato nella sua lettera di invito, padre Marian Waligóra, priore del monastero di Jasna Gora, “Jasna Gora ritorna alla tradizione delle dispute teologiche presso la Sala dei Cavalieri.

Nel corso del primo dibattito hanno preso parte: l’arcivescovo di Łódź e vicepresidente della Conferenza Episcopale Polacca, monsignor Marek Jędraszewski, Anna Rastawicka, membro dell’Istituto “Stefan Wyszyński”; la giurista Joanna Banasiuk, e Marek Jurek, eurodeputato.

Anna Rastawicka ha sottolineato che “i voti di Jasna Gora hanno la loro rivelanza e importanza anche nel nostro tempo”.

L’arcivescovo Jędraszewski ha detto che “è necessario tornare alla verità dell’uomo”. Arcivescovo ha sottolineato la crescente demoralizzazione della nazione. Oggi in Polonia e in Europa assistiamo a un duro colpo contro il Vangelo, inteso come messaggio di amore e di vita”, ha detto l’arcivescovo.

In seguito, l’onorevole Marek Jurek, facendo riferimento all’importanza dei “voti di Jasna Góra” ha sottolineato che questi voti sono “un atto di tradizione e un gesto profetico”.

Il prossimi dibattiti avranno luogo il 24 ottobre, il 22 novembre, il 20 dicembre, il 24 gennaio, il 21 febbraio, il 20 marzo, il 17 aprile e il 1 maggio.

Hanno dato il loro patrocinio onorario all’evento il presidente della Polonia, Andrzej Duda, la Conferenza Episcopale Polacca, l’arcivescovo metropolita di Czestochowa, monsignor Waclaw Depo, il Superiore Generale dell’Ordine Paolino, Arnold Chrapkowski e l’Istituto “Stefan Wyszynski”.

Il principale cooperatore del “Rapporto di Jasna Góra 2016” è il settimanale cattolico Niedziela.

***

Vedi foto galleria: http://www.niedziela.pl/zdjecia/583

About Mariusz Frukacz

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione