Dona Adesso

La giustizia è la prima forma di carità

Il Papa sottolinea l’importanza del “Difensore del vincolo” matrimoniale, invitando il Tribunale della Segnatura Apostolica ad armonizzare le prescrizioni di Diritto Canonico con le concrete situazioni della Chiesa e della società 

Queste le parole che Papa Francesco ha rivolto stamane ai partecipanti alla Plenaria del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, ricevuti in Udienza in Vaticano. Dopo aver manifestato riconoscenza “per la promozione della retta amministrazione della giustizia nella Chiesa” e per il sostegno alla “responsabilità dei Vescovi nel formare idonei ministri della giustizia”, il Pontefice si è soffermato sull’importanza della figura del “Difensore del vincolo”, specialmente “nel processo di nullità matrimoniale”.

Il Vescovo di Roma ha ricordato i significativi contributi forniti dalla ‘Segnatura Apostolica’ all’Istruzione Dignitas connubii, che enuclea norme processuali applicative, ed ha ringraziato per aver posto al centro dei lavori “la promozione di una efficace difesa del vincolo matrimoniale nei processi canonici di nullità”.

In questo contesto, ha poi ribadito l’importanza del Difensore del vincolo, affinchè “possa facilitare il raggiungimento della verità nella sentenza definitiva, a favore del bene pastorale delle parti in causa”. Più precisamente il Santo Padre ha evidenziato il suo ruolo nelle cause di nullità per incapacità psichica, che in alcuni Tribunali costituiscono il capo unico di nullità.

Il Papa ha poi invitato ad una solerte valutazione soprattutto nell’analisi delle stesse. “Pertanto – ha rimarcato – il Difensore del vincolo che vuole rendere un buon servizio non può limitarsi ad una frettolosa lettura degli atti, né a risposte burocratiche e generiche”. “Nel suo delicato compito – ha aggiunto – egli è chiamato a cercare di armonizzare le prescrizioni del Codice di Diritto Canonico con le concrete situazioni della Chiesa e della società”.

Anche perché, il Difensore del vincolo non è in opposizione al Giudice, anzi – ha precisato il Santo Padre – “i giudici possono trovare nell’accurata opera di colui che difende il vincolo matrimoniale un aiuto alla propria attività”.

In conclusione, Papa Francesco ha ricordato che “il Concilio Ecumenico Vaticano II ha definito la Chiesa come comunione”. Ed è in questa prospettiva che vanno osservati “sia il servizio del Difensore del vincolo, sia la considerazione che ad esso va riservata, in un rispettoso e attento dialogo”. Infine ha inviocato Maria Santissima per fare in modo che tutta la Chiesa cammini “nella via della giustizia, che è la prima forma di carità”.

About Antonio Gaspari

Cascia (PG) Italia Studi universitari a Torino facoltà di Scienze Politiche. Nel 1998 Premio della Fondazione Vittoria Quarenghi con la motivazione di «Aver contribuito alla diffusione della cultura della vita». Il 16 novembre del 2006 ho ricevuto il premio internazionale “Padre Pio di Pietrelcina” per la “Indiscutibile professionalità e per la capacità discreta di fare cultura”. Il Messaggero, Il Foglio, Avvenire, Il Giornale del Popolo (Lugano), La Razon, Rai tre, Rai due, Tempi, Il Timone, Inside the Vatican, Si alla Vita, XXI Secolo Scienza e Tecnologia, Mondo e Missione, Sacerdos, Greenwatchnews. 1991 «L'imbroglio ecologico- non ci sono limiti allo sviluppo» (edizioni Vita Nuova) . 1992  «Il Buco d'ozono catastrofe o speculazione?» (edizioni Vita Nuova). 1993 «Il lato oscuro del movimento animalista» (edizioni Vita Nuova). 1998 «Los Judios, Pio XII Y la leyenda Negra» Pubblicato da Planeta in Spagna. 1999 «Nascosti in convento» (Ancora 1999). 1999 insieme a Roberto Irsuti il volume: «Troppo caldo o troppo freddo? - la favola del riscaldamento del pianeta» (21mo Secolo). 2000 “Da Malthus al razzismo verde. La vera storia del movimento per il controllo delle nascite” (21mo Secolo, Roma 2000). 2001 «Gli ebrei salvati da Pio XII» (Logos Press). 2002 ho pubblicato tre saggi nei volumi «Global Report- lo stato del pianeta tra preoccupazione etiche e miti ambientalisti» (21mo Secolo, Roma 2002). 2002 ho pubblicato un saggio nel nel Working Paper n.78 del Centro di Metodologia delle scienze sociali della LUISS (Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma) «Scienza e leggenda, l’informazione scientifica snobbata dai media». 2003 insieme a VittorFranco Pisano il volume “Da Seattle all’ecoterrorismo” (21mo Secolo, Roma 2003). 2004 ho pubblicato insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti” (Edizioni Piemme). 2004 coautore con del libro  “Emergenza demografia. Troppi? Pochi? O mal distribuiti?” (Rubbettino editore). 2004 coautore con altri del libro “Biotecnologie, i vantaggi per la salute e per l’ambiente” ((21mo Secolo, Roma 2004). 2006 insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti 2” (Edizioni Piemme). 2008 insieme a Riccardo Cascioli il libro “Che tempo farà… Falsi allarmismi e menzogne sul clima (Piemme). 2008, è stata pubblicata l’edizione giapponese de “Le bugie degli ambientalisti” edizioni Yosensha. 2009. insieme a Riccardo Cascioli “I padroni del Pianeta – le bugie degli ambientalisti su incremento demografico, sviluppo globale e risorse disponibili” (Piemme). 2010 insieme a Riccardo Cascioli, è stato pubblicato il volume “2012. Catastrofismo e fine dei tempi” (Piemme). 2011 Questo volume è stato pubblicato anche in Polonia con l’imprimatur della Curia Metropolitana di Cracovia per le e3dizioni WYDAWNICTTWO SW. Stanislawa BM.

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione