Dona Adesso

La Civiltà Cattolica: in uscita il numero 4mila

La mattina del 9 febbraio verrà celebrato l’evento con un’udienza del Papa al direttore, p. Antonio Spadaro, e ai collaboratori della rivista

4000 quaderni, 5 lingue. L’11 febbraio 2017 uscirà con una veste grafica speciale e una sorpresa in copertina, il numero 4000 de La Civiltà Cattolica. Nata il 5 aprile 1850, La Civiltà Cattolica è praticamente un unicum nella storia delle riviste culturali. Il periodico diretto da p. Antonio Spadaro celebrerà l’evento innanzi tutto con un’udienza concessa dal Santo Padre al Collegio degli Scrittori e ai collaboratori della rivista, la mattina del 9 febbraio. Prima di Francesco, avevano celebrato i numeri mille precedenti Pio XI (1892) Leone XIII (1933) e Paolo VI (1975).

Ben 12 Pontefici hanno rivolto messaggi e discorsi direttamente ai padri scrittori della rivista nel corso degli anni. In questa occasione essi vengono pubblicati per la prima volta in Il coraggio e l’audacia. Da Pio IX a Francesco, un volume Rizzoli, corredato da una ricca introduzione storica. L’11 febbraio usciranno — novità assoluta nella storia della rivista — anche 4 edizioni mensili in spagnolo (presentata il 9 febbraio alle 18,00 nell’Ambasciata di Spagna presso la Santa Sede), inglese (presentata il 28 febbraio alle 18,30 nella residenza dell’Ambasciatrice del Regno Unito
presso la Santa Sede), francese e coreano.

Il fascicolo 4000 verrà presentato presso la sede della rivista in via di Porta Pinciana 1, sabato 18 febbraio alle ore 18 con una tavola rotonda alla quale parteciperanno il prof. Giuliano Amato, l’on. Emma Fattorini, il prof. Andrea Riccardi. Seguiranno nei prossimi mesi altre iniziative celebrative.
La tradizione fiorisce: la dimensione internazionale della rivista.

«La tradizione fiorisce, implica una crescita». Così Papa Francesco, nel colloquio con p. Spadaro pubblicato in Nei tuoi occhi è la mia parola. La rivista — scritta da sempre solo da gesuiti — ha vissuto un importante rinnovamento nella veste grafica già nel 2011 e quindi un succedersi di innovazioni legate alla sua
presenza digitale. Gli scrittori nel frattempo sono cresciuti in numero e provenienza geografica e culturale. A tutto questo oggi si unisce una novità assoluta: il lancio delle edizioni della rivista in francese (Parole et Silence), inglese (Union of Catholic Asian News), spagnolo (Herder) e coreano (a cura della Provincia coreana dei gesuiti). La dimensione pluringuistica non lascerà immutata l’identità.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione