Dona Adesso

La bandiera cubana sventola a Washington

Riaperta ufficialmente l’ambasciata cubata negli Usa e quella statunitense a Cuba. Il 14 agosto Kerry sarà il primo segretario di Stato Usa a recarsi a Cuba dal 1945

È un’immagine storica quella diffusa oggi dalle maggiori agenzie internazionali in quel di Washington. La bandiera cubana torna a garrire al vento, nella sede dell’ambasciata di Cuba riaperta oggi nella capitale statunitense in una breve cerimonia simbolica alla presenza di alcune centinaia di persone.

Sempre oggi, la Cnn citando fonti diplomatiche ha annunciato anche la data in cui il segretario di Stato Usa, John Kerry, si recherà nell’isola caraibica per issare la bandiera a stelle e strisce nella sede dell’ambasciata americana a Cuba, da oggi riaperta ufficialmente. Kerry sarà il primo segretario di Stato Usa a recarsi a Cuba dal 1945.

La ‘sezione d’interessi’ Usa all’ Avana “è diventata ambasciata degli Stati Uniti e proseguirà le proprie funzioni diplomatiche dalla sede sul ‘Malecon'” della città alla guida “dell’attuale incaricato d’affari ad interim, Jeffrey De Laurentis”: lo afferma la prima nota diffusa da tale rappresentanza quale “ambasciata” di Washington nella capitale di Cuba.

Bruno Rodriguez, ministro degli Esteri di Cuba, ha affermato che si apre da oggi “l’opportunità per rapporti bilaterali nuovi e diversi da quelli avuti finora”. Il rappresentante cubano ha inoltre portato un saluto del presidente Raul Castro, definito “espressione della buona volontà e solida decisione politica per avanzare tramite il dialogo basato sul mutuo rispetto”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione