Dona Adesso
Urna di San Gabriele dell'Addolorata

Urna di San Gabriele dell'Addolorata - Ufficio stampa del Santuario San Gabriele

L’urna di San Gabriele in pellegrinaggio a Monterotondo

Dal 7 al 10 ottobre, le spoglie mortali del Santo dei giovani saranno accolte nella parrocchia “Gesù operaio” della cittadina laziale

Da mercoledì 7 a sabato 10 ottobre 2015 l’urna contenente le spoglie mortali di San Gabriele dell’Addolorata compirà un pellegrinaggio nella città di Monterotondo (RM). La città laziale da sempre nutre una grande devozione al santo dei giovani; a diffondere il culto al santo sono stati i numerosissimi abruzzesi e marchigiani che sono andati a vivere nella città laziale nel dopoguerra. In particolare la parrocchia di “Gesù operaio”, che accoglierà l’urna, da 50 anni festeggia solennemente il santo ogni anno.

Il programma del pellegrinaggio prevede la partenza dell’urna dal santuario di San Gabriele (TE) mercoledì 7 ottobre alle ore 15.30. Alle ore 18 l’urna arriverà nella parrocchia di “Gesù operaio” in Monterotondo. Qui, dopo l’accoglienza ufficiale da parte della città e delle autorità religiose, l’urna sarà portata nella chiesa parrocchiale dove sarà celebrata una santa messa presieduta dal cardinale Giovanni Battista Re, prefetto emerito della Congregazione dei vescovi

Nei giorni di permanenza dell’urna a Monterotondo si susseguiranno numerose celebrazioni e incontri con i devoti del santo e in particolare con bambini, giovani e malati.  Venerdì 9 ottobre, alle ore 19, monsignor Ernesto Mandara, vescovo di Sabina-Poggio Mirteto, celererà una santa messa. Alle ore 21 la comunità “Nuovi Orizzonti” offrirà uno spettacolo d’arte e musica. L’urna ripartirà per il suo santuario alle ore 12 di sabato 10 ottobre. 

Prima di partire per Monterotondo l’urna farà una sosta presso la Casa di riposo  “De Benedictis” di Teramo . L’urna arriverà a Teramo mercoledì 7 ottobre, alle ore 9.30. Sarà accolta dagli ospiti della “De Benedictis” e dai dirigenti della struttura. Seguirà un momento di preghiera e quindi il vescovo di Teramo-Atri Michele Seccia presiederà una santa messa per tutti i degenti. Alle ore 11.30 l’urna per il suo santuario.

Il santuario di San Gabriele dell’Addolorata, ai piedi del Gran Sasso, in provincia di Teramo, è tra i più conosciuti in Italia e in Europa e uno dei quindici santuari più frequentati del mondo. Il santuario è situato a soli 3 chilometri dall’Autostrada A24 Roma-L’Aquila-Teramo, con uscita al casello autostradale “S.Gabriele”, intitolato al santo.

Due milioni di pellegrini arrivano ogni anno al santuario per pregare sulla tomba del giovane stu-dente passionista San Gabriele dell’Addolorata. La sua fama non conosce confini. Sono centinaia le chiese a lui dedicate nei vari continenti. Feste in onore di San Gabriele si celebrano ogni anno in molte parrocchie ita-liane e in varie nazioni, soprattutto in quelle dove è più forte la presenza di emigrati abruzzesi, in Australia, Canada, Usa, Venezuela, Brasile, Argentina, Belgio.

La fama del santo dei miracoli si basa soprattutto su una ininterrotta serie di fatti soprannaturali, testimoniati da migliaia di ex voto donati al santuario.

 

 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione