Dona Adesso

Canonizzazione Madre Teresa, 4 settembre 2016 / © PHOTO.VA - OSSERVATORE ROMANO

Kosovo: Nuova cattedrale-santuario dedicata a santa Teresa di Calcutta

Nel 20° anniversario della sua morte e ad un anno dalla sua canonizzazione

Nella capitale del Kosovo, Pristina, è avvenuta ieri, martedì 5 settembre 2017, la consacrazione della nuova cattedrale-santuario dedicata a Madre Teresa di Calcutta.

La Chiesa ha ricordato proprio ieri il 20° anniversario della morte della “piccola matita di Dio” e Premio Nobel per la Pace 1979, canonizzata un anno fa, il 4 settembre 2016 in piazza San Pietro a Roma.

La cerimonia a Pristina è stata presieduta dall’inviato speciale di papa Francesco, il cardinale albanese Ernest Simoni, “martire vivente” della persecuzione comunista nell’Albania di Enver Hoxka.

Madre Teresa di Calcutta, religiosa di origini albanesi ma naturalizzata indiana, nata nel 1910 nell’attuale capitale della Macedonia, Skopje, ha fondato nel 1950 la congregazione religiosa delle Missionarie della Carità, oggi presente in numerosi Paesi del mondo.

Per più di 45 anni si è dedicata ai poveri, malati, orfani e moribondi della metropoli indiana.

“Coroniamo con questa consacrazione, vent’anni dopo la morte e un anno dopo la canonizzazione, la nostra figlia, sorella e madre, Madre Teresa, la santa della vita e la santa dell’amore”, ha dichiarato ieri all’agenzia SIR il vicario generale dell’amministrazione apostolica di Pristina, mons. Lush Gjergji.

Il terreno dove è sorta la cattedrale-santuario è stato donato dal primo presidente del Kosovo, Ibrahim Rugova.

La prima pietra fu posata nell’agosto 2005 dall’allora vescovo e amministratore apostolico di Prizren, mons. Mark Sopi, ma la sua morte e quella di Rugova hanno frenato il progetto. A sbloccare i lavori è stato l’arrivo del nuovo amministratore apostolico, mons. Dodë Gjergji.

Come riferito dal SIR, alla cerimonia hanno partecipato ieri anche una delegazione della comunità musulmana e della Chiesa ortodossa serba, inoltre il presidente del Kosovo, Hashim Thaçi, e il primo ministro Isa Mustafa. (pdm)

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione