Dona Adesso
Patriarch_Kirill_of_Moscow

WIKIMEDIA COMMONS

Kirill: “Cattolici e Anglicani collaborino con gli ortodossi per l’umanità”

Il patriarca ortodosso di Mosca, in visita in Inghilterra, rinnova l’impegno ad una solidarietà tra le Chiese contro i mali del mondo

La Chiesa d’Inghilterra, assieme alla Chiesa Cattolica, siano pronte a collaborare con la Chiesa Ortodossa Russa a beneficio del mondo intero. Lo ha detto il patriarca ortodosso di Mosca, Kirill in una conferenza stampa all’aeroporto di Luton, traendo un bilancio della sua recente visita nel Regno Unito, tenutasi in occasione del 300° anniversario della presenza della chiesa russa oltremanica.

“È vero che viviamo un momento difficile”, ha detto il patriarca, accennando anche ai “troppi cambiamenti radicali” che sono accaduti negli ultimi anni “nella civiltà umana”, ponendoci di fronte a “sfide dannose”, a “sfide globali” e a un “momento molto rischioso” dello “sviluppo storico dell’umanità”.

A minacciare la “distruzione dell’umanità”, secondo Kirill non sono solo le “armi nucleari” ma anche “le crisi ambientali” e “gli incredibili conflitti tra ricchi e poveri”.

La Chiesa, quindi, non può più limitarsi soltanto a “contemplare” questi “trend negativi” ma è tenuta anche a sensibilizzare le persone a “riconsiderare molte cose” e a “trovare un linguaggio comune” e a “combattere queste crisi insieme”. Anche per queste ragioni, “ho incontrato il Papa”, ha aggiunto Kirill, rievocando lo storico evento de L’Avana dello scorso 12 febbraio, tenutosi “al momento giusto e nel posto giusto”, ovvero “fuori dal contesto europeo”, dominato per secoli dalle divisioni tra cattolici ed ortodossi.

Le stesse preoccupazioni per le sorti del mondo, il Patriarca di Mosca le ha condivise oggi con il primate anglicano Justin Welby, nella “volontà di collaborare per rendere il mondo migliore tanto quanto possono le Chiese”.

[L.M.]

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione