Dona Adesso

Kazakistan: video shock di baby-terrorista

In un filmato diffuso dall’ISIS, il bambino uccide due uomini accusati di lavorare per i servizi segreti russi

Ancora un bambino tragicamente coinvolto in vicende di terrorismo. Il nuovo episodio è emerso da un video diffuso dalle milizie dell’ISIS in cui un piccolo kazako uccide a colpi di pistola due uomini accusati di lavorare per i servizi segreti russi.

La notizia è stata rilanciata dal SITE, l’istituto indipendente di monitoraggio sulle attività del terrorismo islamico, la cui direttrice Rita Katz ha scritto su Twitter: “L’Isis ha raggiunto un nuovo livello di depravazione morale”.

Nel video, introdotto da un interrogatorio di uno dei due uomini poi uccisi (che dichiara di essere stato reclutato dai servizi segreti russi per combattere i miliziani jihadisti), appare un combattente dell’ISIS che, affiancato da un bimbo armato di pistola, recita versi coranici e proclama che i due agenti segreti “sono nelle mani dei cuccioli di leone”.

Di seguito il bambino – capelli lunghi, felpa nera e pantaloni mimetici – si avvicina ai due uomini inginocchiati e li fredda con un colpo di pistola alla testa, seguito da altri colpi quando i corpi sono ormai esanimi.

Secondo quanto riferisce l’AFP, il baby-killer era già apparso un anno fa in un altro video che mostrava un campo di addestramento jihadista per giovanissimi: in quell’occasione il bambino dichiarava di chiamarsi Abdallah e di essere di nazionalità kazaka.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione