Dona Adesso
Daily meditation on the Gospel

Pixabay CC0 - PD

Io ho vinto il mondo — Meditazione quotidiana

Meditazione della Parola di Dio di Lunedì 29 Maggio 2017, della VII Settimana di Pasqua, Feria (bianco)

Lettura

Nel suo discorso di commiato Gesù giunge ad anticipare le cose che succederanno al termine della sua esistenza terrena e all’inizio della missione della Chiesa. Il primo passaggio sarà caratterizzato dalla passione imminente, quando i discepoli si disperderanno e lasceranno solo il Signore nella sua sofferenza e nella sua morte. Ma in questo frangente drammatico emerge la certezza che Gesù non resterà solo, perché il Padre sarà con lui a sostenerlo. Poi inizierà la missione della Chiesa, a sua volta caratterizzata da molte tribolazioni, ma sempre confortata dalla certezza che Gesù ha vinto il mondo.

Meditazione

Il Vangelo e il brano degli Atti proclamati in questa liturgia richiamano la grande storia dell’amore di Dio Padre, che per amore crea il mondo e l’umanità; del Figlio, che per amore si incarna e affronta la sua vicenda terrena; e dello Spirito Santo, che con il suo amore accompagna e sostiene la Chiesa e i credenti nelle loro tribolazioni. San Francesco di Sales ha compreso l’essenzialità di questa storia dell’amore e ne ha fatto oggetto nel Trattato dell’amor di Dio, l’opera in cui rivela il proprio spirito e il proprio cuore. Questa approfondita riflessione individua nell’amore la forza di Gesù che ha vinto il mondo e propone al lettore di tuffarsi negli abissi dell’intrinseco legame tra l’uomo e il Dio del suo cuore. Nell’introduzione, il santo esprime la bellezza di questa presenza del divino che, come non ha lasciato solo Gesù nella sua Passione, così continua a essere la dolce forza che sostiene i fedeli nella loro esperienza di vita: «Non appena l’uomo pensa con un po’ di attenzione alla Divinità, immediatamente sente una dolce emozione al cuore, il che testimonia che Dio è Dio del cuore umano. Se qualche inconveniente spaventa il nostro cuore, esso subito ricorre alla Divinità, confessando che quando tutto gli va male, soltanto quella, quale Sommo Bene, lo può salvare e dargli sicurezza. Questa fiducia che il cuore umano trova naturalmente in Dio non può provenire che dalla convenienza tra questa divina bontà e la nostra anima; convenienza di cui ciascuno conosce l’esistenza, ma che pochi apprezzano». Sono preziose espressioni di un uomo che nell’amore di Dio ha trovato quella pace che Gesù ha desiderato donare ai suoi discepoli, e che può infondere coraggio nonostante le tribolazioni a cui i fedeli in Cristo sono sempre esposti. Il grande merito di Francesco di Sales è proprio quello di aver fatto comprendere che l’esperienza dell’amore di Dio è possibile in qualunque situazione della vita, anche la più travagliata.

Preghiera

Gesù, che hai vinto il mondo con la forza che ti donava la presenza del Padre accanto a te, concedimi di sentire sempre questa stessa presenza nella mia vita.

Agire

Oggi pregherò con la sequenza dello Spirito Santo, perché la prossima solennità di Pentecoste costituisca per me una profonda esperienza di unione con Dio.

Meditazione del giorno a cura di Mons. Francesco Guido Ravinale, Vescovo di Asti, tratta dal mensile Messa Meditazione, per gentile concessione di Edizioni ART. Per abbonamenti info@edizioniart.it

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione