Dona Adesso

India: sacerdote malmenato e poi arrestato

Si tratta di padre Ligo Mathew, preside di una scuola assaltata da un gruppo di estremisti indù che lo accusano di aver insultato delle allieve

Un nuovo episodio di brutale violenza ha scosso le comunità cristiane dell’India. L’istituto cattolico Nirmal Rani English Medium School, a Khursipar, nello Stato del Chhattisgarh, è stato assaltato nei giorni scorsi da un gruppo di teppisti i quali, secondo quanto riportato dall’Agenzia Fides, sono vicini al partito nazionalista indù Baratiya Janata Party (Bjp), che è il partito del Primo ministro federale Narendra Modi.

Vittima dell’aggressione è il preside della scuola, il sacerdote padre Ligo Mathew, reo, secondo i teppisti, di aver insultato alcune allieve. Al termine dei disordini il sacerdote è stato fermato dalle forze dell’ordine e condotto nella stazione di polizia locale, mentre fuori dall’edificio una folla di estremisti urlava e intonava slogan contro di lui. Padre Ligo è stato processato per direttissima e il magistrato ha spiccato un ordine di detenzione di 14 giorni, confermando le accuse.

L’inchiesta giudiziaria è stata definita imparziale dalla Chiesa locale. “Come Chiesa riteniamo le accuse a danno di padre Ligo del tutto infondate e false. Padre Mathew guida da 16 anni la scuola ed è sempre stato un esempio di correttezza, rispetto e cura verso gli allievi, impegnandosi a promuovere un’istruzione di qualità”, conferma mons. Victor Henry Thakur, Arcivescovo di Raipur, a Fides, chiedendo di perseguire una strada di giustizia, dopo la violenza arbitraria subìta dai cristiani.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione