Dona Adesso

In Ucraina: preghiere e digiuno per impedire la guerra

Il Metropolita di Leopoli, Mieczyslaw Mokrzycki, già segretario del beato Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, invita alle preghiere e al digiuno per garantire la Pace

Con un lettera speciale rivolta ai fedeli, il Metropolita di Leopoli (o L’viv) di rito latino, Mieczysław Mokrzycki, già segretario del beato Giovanni Paolo II e di Benedetto XVI, ha invitato i fedeli a pregare e fare digiuno per garantire la pace e salvaguardare l’unità del Paese.

“Di fronte ad una situazione molto difficile che si è creata in Ucraina – ha scritto – i fedeli devono rivolgersi alla misericordia di Dio per la pace e l’unità”. La giornata di lunedì 3 marzo sarà quindi dedicata alle preghiere e al digiuno. I fedeli e il popolo si rivolgeranno al Signore per chiedere di proteggere il paese dalla guerra.

Nella lettera il Metropolita ha invitato, inoltre, “i sacerdoti, le persone consacrate e voi fratelli e sorelle” a pregare ogni giorno “per la pace e la salvaguardia del nostro paese dalla guerra”. “L’ansia che ci accompagna da un paio di mesi – ha aggiunto – è diventata da ieri una vera e propria minaccia alla libertà. Uniamoci in un grido comune al Padre nostro che è nei cieli e alla Vergine Maria, Regina della Pace”.

Mokrzycki ha esortato, infine, a moltiplicare le preghiere in casa e in famiglia e trovare il tempo per recarsi più spesso in Chiesa. E, nelle comunità, ha chiesto di organizzare l’adorazione perpetua del Santissimo Sacramento.

About Mariusz Frukacz

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione