Dona Adesso

Il sudario non ha tasche!

Papa Francesco, durante l’Angelus, ricorda che la ricchezza non serve a nulla se non è condivisa fraternamente con gli altri

Prendendo spunto dalla liturgia della domenica, in cui il profeta Isaia sottolinea che Dio non si dimentica mai dei suoi figli, il Pontefice ha esclamato: “Che bello è questo! Dio non si dimentica di noi, di ognuno di noi! Di ognuno di noi con nome e cognome. Ci ama e non si dimentica”.

Il Vangelo di Matteo (6,26.28-29) sottolinea che Dio non dimentica le sue creature, gli uccelli nel cielo, i gigli del campo. Eppure, ha aggiunto il Vescovo di Roma, “pensando a tante persone che vivono in condizioni precarie, o addirittura nella miseria” c’è la tentazione di credere che queste parole di Gesù potrebbero sembrare “astratte, se non illusorie”.

“In realtà – ha rilevato il Papa – ci ricordano che non si può servire a due padroni: Dio e la ricchezza. Finché ognuno cerca di accumulare per sé, non ci sarà mai giustizia”. “Se invece – ha aggiunto – confidando nella provvidenza di Dio, cerchiamo insieme il suo Regno, allora a nessuno mancherà il necessario per vivere dignitosamente”.

Per papa Francesco il problema è nel cuore che, occupato dalla brama di possedere, non lascia posto alla fede e si ‘svuota’ di Dio. “Se invece si lascia a Dio il posto che gli spetta – ha rimarcato il Pontefice – allora il suo amore conduce a condividere anche le ricchezze, a metterle al servizio di progetti di solidarietà e di sviluppo, come dimostrano tanti esempi, anche recenti, nella storia della Chiesa”.

E’ questo, secondo il Papa, il modo in cui “la Provvidenza di Dio passa attraverso il nostro servizio agli altri”: “Il sudario non ha tasche”, ha ricordato il Vescovo di Roma; e prima di arrivare” al cospetto di Dio” è meglio condividere, perché “noi portiamo in Cielo soltanto quello che abbiamo condiviso con gli altri”.

“E’ vero – ha riconosciuto il Pontefice – che la strada che Gesù indica può sembrare poco realistica rispetto alla mentalità comune e ai problemi della crisi economica”; tuttavia, “se ci si pensa bene, ci riporta alla giusta scala di valori”. Il Signore infatti ricorda nel Vangelo: “La vita non vale forse più del cibo e il corpo più del vestito?” (Mt 6,25).

Papa Bergoglio ha quindi concluso la sua catechesi invitando tutti a vivere con uno stile semplice e sobrio, con lo sguardo attento alle necessità dei fratelli più bisognosi, perché “la via per la pace è la fraternità: questo andare insieme, condividere le cose insieme”.

About Antonio Gaspari

Cascia (PG) Italia Studi universitari a Torino facoltà di Scienze Politiche. Nel 1998 Premio della Fondazione Vittoria Quarenghi con la motivazione di «Aver contribuito alla diffusione della cultura della vita». Il 16 novembre del 2006 ho ricevuto il premio internazionale “Padre Pio di Pietrelcina” per la “Indiscutibile professionalità e per la capacità discreta di fare cultura”. Il Messaggero, Il Foglio, Avvenire, Il Giornale del Popolo (Lugano), La Razon, Rai tre, Rai due, Tempi, Il Timone, Inside the Vatican, Si alla Vita, XXI Secolo Scienza e Tecnologia, Mondo e Missione, Sacerdos, Greenwatchnews. 1991 «L'imbroglio ecologico- non ci sono limiti allo sviluppo» (edizioni Vita Nuova) . 1992  «Il Buco d'ozono catastrofe o speculazione?» (edizioni Vita Nuova). 1993 «Il lato oscuro del movimento animalista» (edizioni Vita Nuova). 1998 «Los Judios, Pio XII Y la leyenda Negra» Pubblicato da Planeta in Spagna. 1999 «Nascosti in convento» (Ancora 1999). 1999 insieme a Roberto Irsuti il volume: «Troppo caldo o troppo freddo? - la favola del riscaldamento del pianeta» (21mo Secolo). 2000 “Da Malthus al razzismo verde. La vera storia del movimento per il controllo delle nascite” (21mo Secolo, Roma 2000). 2001 «Gli ebrei salvati da Pio XII» (Logos Press). 2002 ho pubblicato tre saggi nei volumi «Global Report- lo stato del pianeta tra preoccupazione etiche e miti ambientalisti» (21mo Secolo, Roma 2002). 2002 ho pubblicato un saggio nel nel Working Paper n.78 del Centro di Metodologia delle scienze sociali della LUISS (Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma) «Scienza e leggenda, l’informazione scientifica snobbata dai media». 2003 insieme a VittorFranco Pisano il volume “Da Seattle all’ecoterrorismo” (21mo Secolo, Roma 2003). 2004 ho pubblicato insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti” (Edizioni Piemme). 2004 coautore con del libro  “Emergenza demografia. Troppi? Pochi? O mal distribuiti?” (Rubbettino editore). 2004 coautore con altri del libro “Biotecnologie, i vantaggi per la salute e per l’ambiente” ((21mo Secolo, Roma 2004). 2006 insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti 2” (Edizioni Piemme). 2008 insieme a Riccardo Cascioli il libro “Che tempo farà… Falsi allarmismi e menzogne sul clima (Piemme). 2008, è stata pubblicata l’edizione giapponese de “Le bugie degli ambientalisti” edizioni Yosensha. 2009. insieme a Riccardo Cascioli “I padroni del Pianeta – le bugie degli ambientalisti su incremento demografico, sviluppo globale e risorse disponibili” (Piemme). 2010 insieme a Riccardo Cascioli, è stato pubblicato il volume “2012. Catastrofismo e fine dei tempi” (Piemme). 2011 Questo volume è stato pubblicato anche in Polonia con l’imprimatur della Curia Metropolitana di Cracovia per le e3dizioni WYDAWNICTTWO SW. Stanislawa BM.

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione