Dona Adesso
Seraphicum

Wikimedia Commons

Il Seraphicum annuncia il suo nuovo preside

Domani, in occasione dell’annuale Festa della Facoltà, sarà reso noto il nome del successore di fra Domenico Paoletti

Sarà annunciato domani, sabato 12 marzo, nel corso dell’annuale Festa della Facoltà, il nome del nuovo Preside del “San Bonaventura – Seraphicum” che succederà a fra Domenico Paoletti, giunto a conclusione dei due mandati previsti dagli statuti della Facoltà.

La giornata di festa si aprirà, alle ore 9.30, con la celebrazione eucaristica e sarà seguita da una tavola rotonda sul tema Imparare a fare teologia insieme.

Il primo appuntamento è dunque nella cappella “San Bonaventura” per la celebrazione della santa messa, presieduta da fra Jerzy Norel, vice Gran Cancelliere della Facoltà e vicario dell’Ordine dei Frati minori conventuali, cui seguirà il rinfresco e alle 11, in sala Sisto V, la tavola rotonda che proporrà due esperienze sul fare teologia insieme.

Parteciperanno, nella veste di relatori, il prof. don Alessandro Clemenzia, docente di Ecclesiologia alla Facoltà Teologica dell’Italia Centrale (FI) e all’Istituto Universitario Sophia-Loppiano, sul tema Abitare uno stesso luogo e il prof. p. Marko Ivan Rupnik, direttore dell’Atelier di Teologia “Cardinal Špidlík” – Centro Aletti di Roma, su Fare teologia in modo dinamico per una visione organica.

Come ormai da tradizione, la Facoltà ricorda il suo patrono san Bonaventura da Bagnoregio a metà marzo in quanto il 15 luglio, memoria liturgica del santo, l’anno accademico è nel pieno della pausa estiva. Per questo la festa viene anticipata a una data prossima al 14 marzo, giorno nel quale si ricorda la ricognizione e traslazione del corpo di san Bonaventura a Lione.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione