Dona Adesso

Udienza generale - Foto © Vatican Media

Il Sacro Cuore di Gesù “vi insegni ad amare”

Saluto del Santo Padre ai pellegrini di lingua italiana – Udienza generale

L’Udienza Generale di questa mattina si è svolta alle ore 9.35, in Piazza San Pietro, dove il Santo Padre Francesco ha incontrato gruppi di pellegrini e fedeli provenienti dall’Italia e da ogni parte del mondo. Prima di recarsi in Piazza San Pietro, nell’Aula Paolo VI, il Papa ha incontrato vari gruppi di ammalati e in particolare un gruppo di ammalati di SLA in occasione della Giornata Mondiale sulla SLA che si celebra domani, 21 giugno.

Rivolgo un cordiale benvenuto ai fedeli di lingua italiana. Saluto gli artisti del Circo che ci hanno fatto vedere come la bellezza fa bene all’anima e al corpo, e questa bellezza che loro ci hanno fatto vedere, non è una bellezza che si trova così: è una bellezza che loro fanno con tanto lavoro, con ore e ore di allenamento. Ma alla fine, sono riusciti a fare questo che, come ogni bellezza, ci avvicina a Dio. Grazie tante a tutti voi. Grazie!

Sono lieto di accogliere i Padri Vincenziani; le coppie di sposi dalla Diocesi di San MarinoMontefeltro, accompagnati dal Vescovo, Monsignor Andrea Turazzi e quelle della Diocesi di Tivoli. Auguro che la visita alle Tombe degli Apostoli sia l’occasione per una rinnovata testimonianza cristiana.

Saluto il Gruppo dell’Ospedale pediatrico Meyer di Firenze; l’Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica; l’Istituto Gioacchino da Fiore di San Giovanni in Fiore; i Cori partecipanti al Festival internazionale Roma in canto; la Banda civica di Magenta.

Un pensiero speciale porgo ai giovani, agli anziani, agli ammalati e agli sposi novelli.

Nel mese di giugno la pietà popolare ci fa pregare con più fervore il Sacro Cuore di Gesù. Quel Cuore Misericordioso vi insegni ad amare senza chiedere alcun contraccambio e vi sostenga nelle scelte più difficili della vita. Pregatelo anche per me e per il mio ministero, ma anche per tutti i sacerdoti, affinché rafforzi la fedeltà alla chiamata del Signore.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione