Dona Adesso

Il Papa invia un suo stretto collaboratore come Nunzio in Libano

Monsignor Caccia era Assessore per gli Affari Generali della Segreteria di Stato

CITTA’ DEL VATICANO, giovedì, 16 luglio 2009 (ZENIT.org).- Benedetto XVI ha nominato uno dei suoi più stretti collaboratori, monsignor Gabriele Giordano Caccia, Nunzio Apostolico in Libano, elevandolo in pari tempo alla sede titolare di Sepino, con dignità di Arcivescovo, informa questo giovedì la Sala Stampa della Santa Sede.

Monsignor Caccia era finora Assessore per gli Affari Generali della Segreteria di Stato, uno degli incarichi più vicini al Pontefice.

Questa nomina conferma l’importanza che riveste per il Papa e per la Chiesa universale la comunità cristiana in Libano.

Nato a Milano il 24 febbraio 1958, monsignor Caccia è stato ordinato sacerdote nell’Arcidiocesi ambrosiana l’11 giugno 1983 e vi ha svolto il ministero in parrocchia fino al 1986.

Inviato alla Pontificia Accademia Ecclesiastica a Roma, ha conseguito il dottorato in Teologia e la licenza in Diritto Canonico presso la Pontificia Università Gregoriana.

Entrato nel servizio diplomatico della Santa Sede il 1° luglio 1991, è stato assegnato alla rappresentanza pontificia in Tanzania. L’11 giugno 1993 è stato chiamato a prestare la sua opera nella sezione Affari Generali della Segreteria di Stato, nella segreteria del sostituto.

Il 17 dicembre 2002 è stato nominato assessore per gli Affari Generali. Conosce l’inglese, il francese e il tedesco.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione