Dona Adesso

Papa & Steinmeier, 9 ottobre 2017 / © PHOTO.VA - OSSERVATORE ROMANO

Il Papa ha ricevuto il presidente della Germania, Frank-Walter Steinmeier

Tra i temi discussi anche “la promozione di una cultura di accoglienza e di solidarietà”

Papa Francesco ha ricevuto nella mattinata di lunedì 9 ottobre 2017 il presidente della Repubblica federale di Germania, Frank-Walter Steinmeier, in udienza in Vaticano. Il politico era accompagnato da sua moglie Elke Büdenbender.

Durante l’incontro, durato quasi un’ora, sono stati abbordati vari temi, tra cui uno in particolare: “la promozione di una cultura di accoglienza e di solidarietà”, così si legge nel consueto comunicato diffuso dalla Sala Stampa della Santa Sede.

L’esponente del Partito Socialdemocratico (SPD) ed ex ministro degli Esteri della Germania (dal 2005 al 2009, e nuovamente dal 2013 al 2017) ha incontrato anche il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin e il segretario per i rapporti con gli Stati, l’arcivescovo Paul Richard Gallagher.

Papa, Steinmeier & Elke Büdenbender, 9 ottobre 2017 / © PHOTO.VA - OSSERVATORE ROMANO

Papa, Steinmeier & Elke Büdenbender, 9 ottobre 2017 / © PHOTO.VA – OSSERVATORE ROMANO

Nel corso dei “cordiali colloqui” sono stati sottolineati “i buoni rapporti e la proficua collaborazione tra la Santa Sede e la Germania e fra la Chiesa e le Istituzioni del Paese”, nonché “il positivo dialogo interreligioso ed ecumenico, in particolare fra cattolici e protestanti nella ricorrenza del quinto centenario della riforma luterana”, così prosegue la nota vaticana.

Sono state abbordate anche “alcune questioni di comune interesse”, tra cui “la situazione economica e religiosa in Europa e nel mondo, con particolare riferimento al fenomeno delle migrazioni e alla promozione di una cultura di accoglienza e di solidarietà”.

Steinmeier, che è stato anche vice cancelliere della Germania dal 2005 al 2009, è stato eletto dall‘assemblea federale il 12 febbraio scorso. E’ il dodicesimo presidente della Germania federale. (pdm)

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione