Dona Adesso
Pope Francis during his encounter with the Evangelical Valdese Church

PHOTO.VA

Il Papa ai valdesi: “Differenze non impediscano collaborazione per poveri e migranti”

Francesco invia un messaggio di saluto ai partecipanti al Sinodo delle Chiese metodiste e valdesi, avviato ieri a Torre Pellice fino al 26 agosto

“In segno della sua spirituale vicinanza”, Papa Francesco ha inviato un “cordiale e beneaugurante saluto” ai partecipanti al Sinodo delle Chiese metodiste e valdesi, avviato ieri a Torre Pellice (Torino) fino al prossimo 26 agosto.

In una lettera firmata dal cardinale Segretario di Stato vaticano, Pietro Parolin, il Pontefice ha assicurato “un particolare ricordo nella preghiera ed invoca dal Signore il dono di camminare con sincerità di cuore verso la piena comunione per testimoniare in modo efficace Cristo all’intera umanità, andando insieme incontro agli uomini e alle donne di oggi per trasmettere loro il cuore del Vangelo”.

Il card. Parolin spiega come Papa Francesco auspichi che “le differenze tra cattolici e valdesi non impediscano di trovare forme di collaborazione nell’ambito dell’evangelizzazione, del servizio ai poveri, agli ammalati, e ai migranti e nella salvaguardia del Creato”.

“Con tali auspici – conclude la lettera – il Papa invoca lo Spirito Santo affinché ci aiuti a vivere quella comunione che precede ogni contrasto e ci ottenga dal signore la sua misericordia e la sua pace”.

A marzo di quest’anno – ricorda l’agenzia Nev – per la prima volta nella storia una delegazione ufficiale delle chiese metodiste e valdesi è stata ricevuta in Vaticano dal Papa. L’anno precedente, il 22 giugno 2015, Bergoglio si era recato in visita alla chiesa valdese di Torino, primo pontefice a varcare la soglia di un tempio di quella che è la più antica minoranza cristiana in Italia. 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione