Dona Adesso

Il miracolo delle pitture di “Mele”

Sabato prossimo, a Firenze, vi sarà una mostra di pitture di un bambino disabile che da quando aveva 3 anni dipinge opere “che stupiscono i critici d’arte”

Emanuele Campostrini, detto “Mele”, è un bambino di 5 anni affetto da una malattia metabolica rara, progressiva, incurabile e fatale che gli causa una situazione di gravissima disabilità. Nonostante le sue limitazioni, Mele – che non parla, non cammina, ma ancora muove le mani – da quando ha 3 anni, riesce a dipingere quadri che stupiscono i critici d’arte.

Nel 2011 fu organizzata a Viareggio dall’UCAI (Unione cattolica artisti italiani) una personale di pittura del bambino, che ha avuto una eco più che nazionale, con un servizio (l’unico che abbiamo accettato di fare) di Rai 1 del regista Luigi Gorini, e molti articoli su quotidiani e riviste nazionali. Dal 26 aprile all’11 maggio ci sarà a Firenze, nel Chiostro Grande della SS. Annunziata, un’altra mostra personale di pittura del bambino.

La presentazione sarà tenuta nella Sala dell’Annunciazione alle ore 16 del 26 aprile, da due esperti d’arte, il prof. Lamberto Crociani (Firenze) e il prof. Giuseppe Paoli (Viareggio).

Le edizioni Trappiste hanno stampato un catalogo-libro alla cui stesura hanno partecipato persone di rilievo nel campo dell’arte e della cultura (Carlo Bellieni, neonatologo presso il Policlinico Universitario di Siena e tesoriere della società di bioetica, Andrea Bocelli, cantante lirico, Enrico Dei e Giuseppe Paoli, critici d’arte, Adriano Fabris, professore ordinario di Filosofia Morale, Pisa e direttivo di Scienza e Vita, Andrea Torquato Giovannoli e molti docenti e persone di spicco in vari campi, dalla filosofia alla scienza alla medicina.

La mostra ha la particolarità di non ricevere alcun finanziamento, ma di essersi autofinanziata con un’iniziativa di crowdfounding via web a cui hanno partecipato (e stanno partecipando) persone da tutta Europa. Abbiamo ricevuto contributi anche dalla Lettonia e da Cipro!Per vedere come funziona il crowdfounding e partecipare: https://sites.google.com/site/lavitadipintadimele/crowdfounding

Altra caratteristica inusuale sarà l’accessibilità. I titoli dei quadri infatti sono tradotti, con il contributo delle insegnanti del bambino ed in collaborazione con il Policlinico Mangiagalli di Milano (Sovrazonale CAA) oltre che in inglese anche in WLS, la lingua simbolica utilizzata da Mele e da  moltissimi bambini ed adulti di tutto il mondo con disabilità motoria e/o neurologica.

Il catalogo contiene tutti i dipinti dal 2011 al 2013 ed un’appendice con una famosa omelia del Cardinale Von Gallen, mai pubblicata in italiano sin’ora (si trova sul web in tedesco e in inglese) pronunciata per protestare contro l’uccisione dei disabili dell’action T4, durante il nazismo. Abbiamo chiesto il permesso alla diocesi di Munster (titolare del diritto d’autore) di pubblicarla perchè l’argomento ci pare comunque attuale e ben legato alla vita e alla persona di Mele, visto che questo dono artistico ci è offerto in un bambino e soprattutto un bambino gravemente disabile. E’ preceduta da un’introduzione scritta a due mani da mio marito e da me, (la parte storica è di mio marito, la parte etico-morale mia) che affronta il tema dell’aborto, dell’infanticidio e della disabilità. L’attuale Vescovo di Munster, Mons. Felix Genn, ci ha scritto ringraziandoci e in merito ai dipinti del bambino ha scritto (riporto testualmente dalla lettera in inglese): “The paintings of Mele are raying such a deep and lively beauty that one has the impression that they are a sussurration of an echo of the beauty of our Creator Himself, with the best regards and all our blessings” (I dipinti di Mele irradiano una tale profonda e viva bellezza che uno ha l’impressione che siano un sussurro dell’eco della bellezza del nostro Creatore Stesso, con i migliori auguri e benedizioni).

Il sito della mostra La vita dipinta: https://sites.google.com/site/lavitadipintadimele/home
Il sito di Mele con le opere, la storia etc: https://sites.google.com/site/melesart/home
Un video dove Emanuele dipinge (ecco “come fa!”): http://www.youtube.com/watch?v=tzFYLs0lfg4&feature=youtu.be

Chiara Paolini, autrice di questo testo, è la mamma di “Mele”.

About Staff Reporter

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Etiam vitae libero quis nunc porta viverra. Suspendisse ultricies, metus vel condimentum viverra, augue nisi aliquam mi, cursus posuere velit lacus eu metus. Phasellus elementum eros viverra dignissim interdum. Praesent sed consectetur nulla. Suspendisse eget bibendum purus. Sed ut dui a tortor ullamcorper condimentum at nec nibh. Pellentesque suscipit vulputate faucibus.

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione