Dona Adesso

Il miracolo della vita eterna

L’arcivescovo di Ferrara, mons. Luigi Negri, riflette sul mistero della vita con l’associazione “Genitori in cammino”

“Tutti voi e tutti noi sappiamo quante lacrime sono scese e scendono dai vostri occhi, ma sono le lacrime di coloro che, amando Cristo più di loro stessi, rendono positivo questo dolore e partecipano al grande dolore di Dio che ha salvato il mondo e salva il mondo ogni giorno”.

Lo ha detto domenica scorsa monsignor Luigi Negri ai Genitori in cammino, un gruppo nato nel 1995 a Ferrara da genitori che, dopo la perdita prematura dei propri figli, hanno voluto intraprendere un cammino di fede, per cercare la serenità del cuore..

Nella solennità dell’Ascensione, nella Cattedrale di Ferrara, l’arcivescovo ha rivolto loro una riflessione sulla prospettiva di speranza e di grazia apertasi dopo la perdita dei figli ma anche sulla loro importanza per la vita della chiesa attuale.

“Nessuno conosce l’ora in cui il Padre lo chiama, nessuno!”, ha sottolineato mons. Negri, perché l’ora della dipartita è qualcosa di “assolutamente misterioso e può apparire in forme inesplicabili, umanamente irragionevoli, umanamente contradditore”.

“I vostri figli – ha aggiunto – non sapevano che in un’ora del tutto normale della loro vita, improvvisamente si sarebbe aperta una profondità del tutto inattesa”, ma essi sono entrati in quella misteriosa ed incredibile fine della loro vita che è diventata per loro “l’inizio della vita vera”.

Rivolgendosi ai presenti, l’arcivescovo ha spiegato che, benchè in una situazione che sembrava incredibile e insopportabile, “voi avete saputo seguirli”, e con enormi fatiche, con gravi resistenze, con inevitabili tentazioni di scetticismo e di disperazione, avete la stretta forte della mano dei vostri figli che vi aiutava “a camminare verso l’incontro con il Signore”.

“Per molti – ha sottolineato – è stato un incontro vero, pieno, adulto, responsabile, tale da poter mobilitare la vita in modo nuovo per la fede, per la carità, per la vita della Chiesa e perché il volto del Signore fosse, attraverso di voi, testimoniato nelle circostanze della vita quotidiana, nelle fatiche, nei dolori e nelle prove”.

Così nel giorno in cui è stata celebrata l’Ascensione, mons. Negri ha parlato di gioia per questo miracolo, di diventare “l’uno per l’altro”, comunicando solidarietà attraverso una presenza effettiva, reale, umile, appassionata e inesorabile nel volere sperimentare e comunicare il bene, a tutti quelli che si incontrano.

Secondo l’arcivescovo si tratta della gioia di un miracolo, vissuto come misterioso e reale, di un dolore che si pensava avrebbe soppresso la vita e che è invece diventata una misteriosa, incredibile e realissima capacità di vedere rifiorire di nuovo la vita di uomini e di donne.

“Questa grandezza, – ha concluso – si rivela ogni giorno come un aiuto straordinario alla nostra chiesa e va al di là di quello che voi pensate e segna il cuore e la vita di tanti nostri fratelli in modo positivo e consolante”.

About Antonio Gaspari

Cascia (PG) Italia Studi universitari a Torino facoltà di Scienze Politiche. Nel 1998 Premio della Fondazione Vittoria Quarenghi con la motivazione di «Aver contribuito alla diffusione della cultura della vita». Il 16 novembre del 2006 ho ricevuto il premio internazionale “Padre Pio di Pietrelcina” per la “Indiscutibile professionalità e per la capacità discreta di fare cultura”. Il Messaggero, Il Foglio, Avvenire, Il Giornale del Popolo (Lugano), La Razon, Rai tre, Rai due, Tempi, Il Timone, Inside the Vatican, Si alla Vita, XXI Secolo Scienza e Tecnologia, Mondo e Missione, Sacerdos, Greenwatchnews. 1991 «L'imbroglio ecologico- non ci sono limiti allo sviluppo» (edizioni Vita Nuova) . 1992  «Il Buco d'ozono catastrofe o speculazione?» (edizioni Vita Nuova). 1993 «Il lato oscuro del movimento animalista» (edizioni Vita Nuova). 1998 «Los Judios, Pio XII Y la leyenda Negra» Pubblicato da Planeta in Spagna. 1999 «Nascosti in convento» (Ancora 1999). 1999 insieme a Roberto Irsuti il volume: «Troppo caldo o troppo freddo? - la favola del riscaldamento del pianeta» (21mo Secolo). 2000 “Da Malthus al razzismo verde. La vera storia del movimento per il controllo delle nascite” (21mo Secolo, Roma 2000). 2001 «Gli ebrei salvati da Pio XII» (Logos Press). 2002 ho pubblicato tre saggi nei volumi «Global Report- lo stato del pianeta tra preoccupazione etiche e miti ambientalisti» (21mo Secolo, Roma 2002). 2002 ho pubblicato un saggio nel nel Working Paper n.78 del Centro di Metodologia delle scienze sociali della LUISS (Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma) «Scienza e leggenda, l’informazione scientifica snobbata dai media». 2003 insieme a VittorFranco Pisano il volume “Da Seattle all’ecoterrorismo” (21mo Secolo, Roma 2003). 2004 ho pubblicato insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti” (Edizioni Piemme). 2004 coautore con del libro  “Emergenza demografia. Troppi? Pochi? O mal distribuiti?” (Rubbettino editore). 2004 coautore con altri del libro “Biotecnologie, i vantaggi per la salute e per l’ambiente” ((21mo Secolo, Roma 2004). 2006 insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti 2” (Edizioni Piemme). 2008 insieme a Riccardo Cascioli il libro “Che tempo farà… Falsi allarmismi e menzogne sul clima (Piemme). 2008, è stata pubblicata l’edizione giapponese de “Le bugie degli ambientalisti” edizioni Yosensha. 2009. insieme a Riccardo Cascioli “I padroni del Pianeta – le bugie degli ambientalisti su incremento demografico, sviluppo globale e risorse disponibili” (Piemme). 2010 insieme a Riccardo Cascioli, è stato pubblicato il volume “2012. Catastrofismo e fine dei tempi” (Piemme). 2011 Questo volume è stato pubblicato anche in Polonia con l’imprimatur della Curia Metropolitana di Cracovia per le e3dizioni WYDAWNICTTWO SW. Stanislawa BM.

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione