Dona Adesso

Il Meeting 2016 avrà per tema “Tu sei un bene per me”

Il legame tra l’uomo e Dio nella cura e attenzione per l’altro sarà il centro della XXXVII edizione del Meeting per l’amicizia fra i popoli, in programma a Rimini dal 22 al 28 agosto 2016

Le tante difficoltà che avevano suscitato timori circa lo svolgimento della XXXVI edizione del Meeting di Rimini sono state smentite dalla realtà. I risultati di affluenza e partecipazione sono andati ben oltre le aspettative. Stamane durante la conferenza stampa di conclusione, Stefano Pichi Sermolli, portavoce e capo ufficio stampa della Fondazione Meeting per l’amicizia fra i popoli, ha parlato di “sorpresa e piacevole stupore nel vedere confermati i numeri degli scorsi anni”. I dati finali si avranno nella nottata, visto che la manifestazione chiude alle ore 24; ma quanto già ottenuto conferma una presenza di circa 800.000 persone.

Positiva anche l’esperienza del Meeting che inizia a metà settimana con punte di affluenza che toccano il sabato e la domenica. Con date diverse, l’espediente verrà ripetuto nell’edizione del 2016. Buoni sono pure i risultati della raccolta fondi che si avvicina al pareggio di bilancio, con la novità dei contributi volontari che solo nei cinque punti di raccolta del Meeting ha toccato i 90.000 Euro. “Questo dato – ha sottolineato Pichi Sermolli – ci commuove e ci rende felici perché mostra l’attaccamento reale al Meeting da parte dei visitatori”. 

La presidente della Fondazione Meeting, Emilia Guarnieri, ha invece giocato sulle parole del titolo dicendo che la manifestazione più che “mancante” ha confermato la “non mancanza” della presenza di ospiti e popolo. “L’incontro con gli ospiti e tra gli ospiti ha superato ogni nostra previsione”, ha aggiunto, “abbiamo ascoltato grandi maestri e incredibili testimonianze”.

“Usciamo da questa edizione del Meeeting – ha continuato Guarnieri – con la convinzione e la consapevolezza che se andiamo a fondo con il proprio io, riscopriamo la capacità umana dell’incontro con l’altro. Questo approccio antropologico, ci introduce al tema della prossima edizione 2016 il cui tema è, appunto Tu sei un bene per me nella convinzione che qualunque sia la diversità dell’uomo che ti trovi vicino, è un bene che apre tutti gli scenari della convivenza tra gli uomini”.

Rispondendo alle domande dei giornalisti, la presidente della Fondazione Meeting ha rilevato che nonostante la presenza di tanti ministri questa edizione 2015 “ha fatto parlare di sé anche prima dell’arrivo dei politici. Questo – ha sottolineato – vuol dire che forse si avverte di più di un bisogno di cultura. La gente si rende conto della sterilità del dibattito politico ed è evidente che oggi c’è bisogno di testimoni che diano speranza nella vita”.

 

About Antonio Gaspari

Cascia (PG) Italia Studi universitari a Torino facoltà di Scienze Politiche. Nel 1998 Premio della Fondazione Vittoria Quarenghi con la motivazione di «Aver contribuito alla diffusione della cultura della vita». Il 16 novembre del 2006 ho ricevuto il premio internazionale “Padre Pio di Pietrelcina” per la “Indiscutibile professionalità e per la capacità discreta di fare cultura”. Il Messaggero, Il Foglio, Avvenire, Il Giornale del Popolo (Lugano), La Razon, Rai tre, Rai due, Tempi, Il Timone, Inside the Vatican, Si alla Vita, XXI Secolo Scienza e Tecnologia, Mondo e Missione, Sacerdos, Greenwatchnews. 1991 «L'imbroglio ecologico- non ci sono limiti allo sviluppo» (edizioni Vita Nuova) . 1992  «Il Buco d'ozono catastrofe o speculazione?» (edizioni Vita Nuova). 1993 «Il lato oscuro del movimento animalista» (edizioni Vita Nuova). 1998 «Los Judios, Pio XII Y la leyenda Negra» Pubblicato da Planeta in Spagna. 1999 «Nascosti in convento» (Ancora 1999). 1999 insieme a Roberto Irsuti il volume: «Troppo caldo o troppo freddo? - la favola del riscaldamento del pianeta» (21mo Secolo). 2000 “Da Malthus al razzismo verde. La vera storia del movimento per il controllo delle nascite” (21mo Secolo, Roma 2000). 2001 «Gli ebrei salvati da Pio XII» (Logos Press). 2002 ho pubblicato tre saggi nei volumi «Global Report- lo stato del pianeta tra preoccupazione etiche e miti ambientalisti» (21mo Secolo, Roma 2002). 2002 ho pubblicato un saggio nel nel Working Paper n.78 del Centro di Metodologia delle scienze sociali della LUISS (Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma) «Scienza e leggenda, l’informazione scientifica snobbata dai media». 2003 insieme a VittorFranco Pisano il volume “Da Seattle all’ecoterrorismo” (21mo Secolo, Roma 2003). 2004 ho pubblicato insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti” (Edizioni Piemme). 2004 coautore con del libro  “Emergenza demografia. Troppi? Pochi? O mal distribuiti?” (Rubbettino editore). 2004 coautore con altri del libro “Biotecnologie, i vantaggi per la salute e per l’ambiente” ((21mo Secolo, Roma 2004). 2006 insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti 2” (Edizioni Piemme). 2008 insieme a Riccardo Cascioli il libro “Che tempo farà… Falsi allarmismi e menzogne sul clima (Piemme). 2008, è stata pubblicata l’edizione giapponese de “Le bugie degli ambientalisti” edizioni Yosensha. 2009. insieme a Riccardo Cascioli “I padroni del Pianeta – le bugie degli ambientalisti su incremento demografico, sviluppo globale e risorse disponibili” (Piemme). 2010 insieme a Riccardo Cascioli, è stato pubblicato il volume “2012. Catastrofismo e fine dei tempi” (Piemme). 2011 Questo volume è stato pubblicato anche in Polonia con l’imprimatur della Curia Metropolitana di Cracovia per le e3dizioni WYDAWNICTTWO SW. Stanislawa BM.

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione