Dona Adesso

Il Forum degli Oratori attende papa Francesco a Torino

Tutto è pronto per l’accoglienza del Santo Padre da parte della Pastorale Giovanile diocesana e salesiana

Il Forum degli Oratori italiani chiama a raccolta, ancora una volta, i tanti animatori che popolano le parrocchie e le diocesi italiane dedicandosi con passione all’educazione umana e spirituale di bambini e ragazzi. Dopo l’esperienza entusiasmante di Assisi del settembre scorso, sarà Torino ad accogliere fra il 19 e il 21 giugno, qualche centinaio di animatori in rappresentanza della quarantina di associazione e coordinamenti che in Italia si occupano attivamente di Oratorio.

Nell’ambito, infatti, dell’Happening degli Oratori e dei Giovani organizzato dalla Diocesi di Torino,  educatori e animatori delle viarie realtà oratoriane associate al FOI, insieme a tutti i membri della Segreteria, incontreranno Papa Francesco e pregheranno insieme davanti alla Sacra Sindone. Un appuntamento prezioso ed irripetibile nella terra di San Giovanni Bosco e durante l’Ostensione,  che consentirà ancora una volta agli Oratori italiani di incontrarsi e di fare il punto su questa importante sfida educativa della Chiesa italiana con l’obiettivo di divenire sempre più “rete” e di individuare obiettivi condivisi per i prossimi anni.

I partecipanti all’happening, affidato all’organizzazione della Pastorale Giovanile diocesana e salesiana secondo il progetto Turin For Young, verranno accolti dagli Oratori della Diocesi torinese e vivranno insieme un ricco  programma che li accompagnerà alla riscoperta dell’Amore più Grande motto dell’Ostensione della Sacra Sindone e all’incontro con Papa Francesco previsto per il 21 giugno. L’Happening è rivolto innanzitutto ai giovani e agli adolescenti di oratori, parrocchie, associazioni, congregazioni, movimenti, gruppi giovanili e, per la giornata di domenica, anche ai ragazzi e ai bambini.

Per i membri del FOI sarà la prima occasione ufficiale in cui incontrare il Santo Padre e di ascoltare da lui una importante parola sull’Oratorio, particolarissima vocazione al servizio fra le giovani generazioni. In quegli stessi giorni, vista l’importanza di questo appuntamento, si svolgerà a Torino anche l’Assemblea del Forum che, sotto la guida di don Riccardo Pascolini, guarderà alla propria storia e approfondirà le principali sfide della pastorale oratoriana per i prossimi anni chiedendo ai rappresentanti delle realtà locali quali priorità scegliere per le attività comuni. “Visitando gli Oratori di cui è costellata l’Italia – sottolinea don Riccardo Pascolini, presidente del FOI –  e incontrando i responsabili regionali e diocesani, i parroci e gli animatori, emerge sempre, a gran voce, l’esigenza di fare rete, di mettere in comune le esperienze, di conoscere più e meglio chi vive la stessa missione e passione educativa. L’appuntamento di Torino e la visita alla Sacra Sindone ci forniranno una preziosa occasione di vivere e pregare insieme e di incontrare il Pontefice per trovare nuovo vigore per la nostra missione”.

Il Forum degli Oratori sorto nel 2011 opera come tavolo di confronto fra le varie realtà oratoriane italiane in rappresentanza dei 6000 Oratori che accolgono nel corso dell’anno 2 milioni di bambini e ragazzi assistiti da 350mila animatori. La loro fioritura  in molte regioni mostra una vitalità che fa ben sperare per il futuro e che stimola nuove realtà parrocchiali a scegliere proprio lo stile dell’Oratorio per raggiungere i più giovani delle proprie comunità. Ogni giorno in Italia gli Oratori aprono le proprie strutture a bambini e ragazzi, senza distinzione di età, estrazione sociale, etnia, lingua o religione proponendo progetti educativi a vari livelli e fornendo una risposta affidabile alle sempre più pressanti richieste di aiuto e sostegno.  Con l’arrivo dell’estate la proposta dell’Oratorio rappresenta anche un risposta alle necessità delle famiglie che a conclusione della scuola cercano soluzioni per un’estate all’insegna del divertimento sano e costruttivo.

 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione