Dona Adesso

Pixabay CC0

Il dolore del Papa per il massacro nel carcere brasiliano

Una guerra tra bande ha provocato circa 60 morti e centinaia di feriti. Dal Pontefice l’appello perché “le condizioni di vita dei detenuti siano degne di persone umane”

“Dolore e preoccupazione” sono state espresse oggi da Papa Francesco, al termine dell’Udienza generale, per il massacro avvenuto ieri in Brasile in un carcere di Manaus, dove una guerra tra bande nemiche ha provocato oltre 60 morti e un centinaio di feriti.

“Ieri sono giunte dal Brasile le notizie drammatiche del massacro avvenuto nel carcere di Manaus, dove un violentissimo scontro tra bande rivali ha causato decine di morti”, ha detto il Pontefice. Che ha invitato “a pregare per i defunti, per i loro familiari, per tutti i detenuti di quel carcere e per quanti vi lavorano”.

Il Papa ha quindi rinnovato “l’appello perché gli istituti penitenziari siano luoghi di rieducazione e di reinserimento sociale, e le condizioni di vita dei detenuti siano degne di persone umane”.

 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione