Dona Adesso
Civil unions between homosexuals

Wikimedia Commons

Il Consiglio Nazionale Forense favorevole alle unioni civili

Secondo l’avv. Cerrelli, dell’Unione Giuristi Cattolici Italiani, la posizione presa dal Cnf è “ideologica” e “decisamente divisiva della categoria”

Il Consiglio Nazionale Forense ha preso posizione quest’oggi a favore di una disciplina delle unioni civili, presentando un documento in un convegno alla Camera dei deputati alla presenza della relatrice della proposta di legge sulla disciplina delle coppie di fatto e delle unioni civili, Monica Cirinnà, che ha espresso l’apprezzamento del legislatore per l’ impegno del Cnf.
 
Se esponenti del Cnf hanno ritenuto di “essere convinti che certe forme di tutela non possano più essere negate” notando come in Europa solo Italia e Polonia non hanno nessuna forma di riconoscimento per le coppie omosessuali e sostenendo che “si é perso sin troppo tempo e non ne aspettiamo altro”, l’avvocato Giancarlo Cerrelli, esponente nazionale dell’Unione Giuristi Cattolici Italiani si chiede quale sia l’interesse dell’avvocatura a sostenere una tale posizione.
 
Tale intervento da parte di esponenti del Cnf, infatti, “non può considerarsi rappresentativo dell’intera categoria degli avvocati. Tale proposta, apertamente ideologica, è decisamente divisiva della categoria – afferma Cerrelli – ed entra a gamba tesa nel dibattito parlamentare in corso sulle unioni civili”. Cerrelli esprime, pertanto, tutto “il disappunto e il dissenso rispetto alla posizione assunta dal Consiglio Nazionale Forense.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione