Dona Adesso
Blue sky

WIKIMEDIA COMMONS

Il cielo aperto

L’egoismo è la trappola che, con l’offerta di qualche appetitoso bocconcino, ti mette nei guai

Immobile, non visto, mi fermo ad osservare un topolino appena caduto nella trappola. Ne seguo incuriosito ogni movimento: si avventò ingordo sul formaggio, leccandosi di tanto in tanto i baffi.

Terminato il pasto, si guardò attorno per cercare l’uscita; dapprima la cercò con calma, poi sempre più nervosamente, girandosi su sé stesso come una trottola, finché, esau­sto, sfinito, si fermò al centro della gabbia. Un breve riposo, e ancora qualche sguardo orizzontale verso i lati della trappo­la: nessuna apertura, nessuna speranza.

Allora, cosa che non aveva ancor fatto, cominciò a guardare in alto: fissò a lungo lo stretto pertugio dal quale era entrato, tanto largo e age­vole dall’esterno, così angusto e arduo dall’interno. Fissò e rifissò quella remota, piccolissima speranza. Deciso, spiccò il salto in verticale, e, miracolosamente, fu libero.

Andò a godersi il cielo aperto, la libertà infinitamente più saporita di ogni allettante formaggio. L’egoismo è la trappola che, con l’offerta di qualche appetitoso bocconcino, ti mette nei guai. “Qui muoio di fame!”. Ma, proprio grazie alla disperazio­ne, finalmente ti fermi e guardi in su… e, puntando verso l’alto con un balzo in verticale, ritrovi te stesso.

Puoi ancora preferire e difendere la gioia del cielo sempre aperto.

***

Ciao da padre Andrea

Per richiedere copie dei libretti di padre Andrea Panont e per ogni approfondimento si può cliccare qui.

About Andrea Panont

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione