Dona Adesso

Il cardinale Rouco Varela dice addio all’arcivescovado di Madrid

Con una Messa, ieri, nella Cattedrale dell’Almudena, il porporato si è congedato dalla diocesi che ha guidato per un ventennio

Il cardinale Antonio Maria Rouco Varela, arcivescovo emerito di Madrid, ha detto ieri addio alla diocesi guidata per un ventennio con una solenne Messa nella Cattedrale della Almudena.

Nella sua omelia, il porporato ha ricordato che il 22 ottobre sarebbero stati vent’anni esatti da quando Giovanni Paolo II lo nominò arcivescovo di Madrid. “Venivo da Santiago de Compostela, dove avevo esercitato il ministero episcopale per 18 anni”, ha ricordato Rouco, “volli rispondere alla chiamata del Signore a Madrid in quel momento critico nella storia moderna per la Chiesa e per il mondo.”

Al termine della discorso, il cardinale ha ribadito l’invito a proteggere il “diritto alla vita di essere fin dal concepimento” e il matrimonio “come comunità indissolubile di vita e di amore fecondo nel prezioso frutto dei figli”. Poi ha espresso grande apprezzamento per il lavoro svolto dai missionari nel mondo, in particolare la Caritas che – ha detto – “aiutare ad alleviare la povertà e il dolore delle molte necessità spirituali e materiali”.

La Messa è stata concelebrata con il Nunzio apostolico in Spagna, mons. Renzo Fratini, l’arcivescovo militare Juan del Río, il Nunzio apostolico in Kazakhstan, Miguel Maury, il vescovo di Astorga, Camilo Lorenzo. Presenti diverse autorità politiche, i vescovi ausiliari di Madrid e i vicari generali della diocesi della Provincia Ecclesiastica di Madrid, oltre a centinaia di sacerdoti diocesani.

Rouco Varela ha presentato le sue dimissioni al Papa nell’agosto 2011 per sopraggiunti limiti età, dopo aver compiuto 75 anni, poco dopo aver celebrato nella sua diocesi la Giornata Mondiale della Gioventù (GMG). Papa Francesco ha accettato tre anni dopo la rinuncia del porporato, nominando al suo posto il vice presidente della Conferenza Episcopale spagnola e arcivescovo di Valencia, Carlos Osorio Sierra.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione