Dona Adesso
Christoph Schönborn

Christoph Schönborn - Ctv

Il card. Schönborn in Bielorussia: “Crediamo nella forza della famiglia”

L’arcivescovo di Vienna Inviato speciale del Papa nel santuario mariano di Budslav per le celebrazioni del 25° anniversario dell’erezione dell’arcidiocesi di Minsk-Mohilev

Si è recato in Bielorussia il cardinale Christoph Schönborn, arcivescovo di Vienna, come inviato speciale di Papa Francesco per le celebrazioni del venticinquesimo anniversario dell’erezione dell’arcidiocesi di Minsk-Mohilev, svoltesi l’1 e il 2 luglio scorsi nel santuario mariano di Budslav.

Al centro della missione del porporato – informa L’Osservatore Romano – è stata l’importanza della libertà di religione per lo sviluppo positivo della società. Durante il viaggio, il porporato austriaco ha anche incontrato rappresentanti della politica e ha visitato il monumento commemorativo per le vittime del nazionalsocialismo a Trostenets, nei pressi di Minsk. Nei suoi incontri con rappresentanti religiosi e statali, ha poi parlato ripetutamente dell’importanza della libertà di religione e di relazioni ben regolamentate tra lo Stato e le Chiese.

Secondo Schönborn, infatti, alla politica spetta un ruolo di responsabilità, promuovendo sia la libertà di religione sia la collaborazione tra le religioni. Da parte loro i politici bielorussi hanno assicurato al cardinale che lo Stato è interessato a buoni rapporti con la Chiesa cattolica.

Nel santuario mariano di Budslav, a 150 chilometri a nord dalla capitale, l’inviato speciale del Pontefice ha ricordato come esso sia sopravvissuto agli orrori del nazionalsocialismo e del comunismo perché – ha spiegato – la fede delle persone è stata più forte. “Beato il Paese che crede” ha detto nell’omelia davanti ad oltre trentamila fedeli presenti, durante la quale ha parlato anche dell’importanza della famiglia.

I regimi totalitari, che proprio la Bielorussia ha sperimentato in passato, ma anche molte altre ideologie, vogliono distruggere l’istituzione della famiglia, ha affermato l’arcivescovo di Vienna. “Noi, però, crediamo nella forza della famiglia” ha rimarcato. Domenica 3 luglio ha infine consacrato una nuova chiesa cattolica a Minsk.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione