Dona Adesso

Il card. Nichols: ” Scioccato per l’uccisione di yazidi, persone che amano la pace”

L’arcivescovo di Westminster commenta con commozione l’ennesima violenza perpetrata dall’Isis

Sono centinaia i prigionieri yazidi uccisi barbaramente in questi giorni dai miliziani dello Stato islamico, nel distretto di Tal Afar, non distante da Mosul. Una vicenda che ha sconvolto il mondo intero, in particolare il cardinale Vincent Gerard Nichols, arcivescovo di Westminster e presidente della Conferenza episcopale d’Inghilterra e Galles, che proprio il mese scorso ha conosciuto personalmente questa minoranza, durante la sua missione umanitaria nel Kurdistan iracheno.
 
“Sono profondamente scioccato per il brutale assassinio di queste persone che amano la pace”, ha dichiarato il porporato, come riferito da L’Osservatore Romano. “Gli yazidi che ho incontrato nella recente visita a Erbil mi hanno impressionato con la loro tranquilla dignità”, sono persone che “amano la pace”, per questo le violenze perpetrate nei loro confronti risultano ancora più odiose.
 
Il cardinale ha detto, inoltre, di essere sicuro che tutte le persone oneste di qualsiasi fede non potranno non “condannare queste uccisioni” e ha invitato alla preghiera per le vittime e per la pace nella regione.
 
Insieme con i cristiani, la minoranza yazida in Iraq è da tempo finita nel mirino del fondamentalismo. L’Onu ha stimato che nell’ultimo anno sono stati 5.000 gli yazidi uccisi mentre altri 5.000-7.000 sono stati catturati e venduti come schiavi.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione