Dona Adesso

Il 2015, in Pakistan, sarà l'”Anno della Pace”

Tutti i cittadini pakistani si impegneranno a pregare e operare per la solidarietà, la riconciliazione, l’armonia interreligiosa e l’eliminazione del terrorismo dal Paese

Il 2015 in Pakistan sarà l'”Anno della Pace”. Ad annunciare all’agenzia Fides l’iniziativa è il frate francescano, padre Francis Nadeem, provinciale dei Cappuccini in Pakistan, promotore del Consiglio per il Dialogo Interreligioso nato a Lahore, capitale della provincia del Punjab pakistano.

La decisione di osservare solennemente il 2015 come “Anno della pace” nasce da un’idea congiunta di eminenti organizzazioni impegnatea promuovere il dialogo interreligioso nel paese. Ovvero: il Consiglio per il Dialogo interreligioso, il forum “United Religious Initiative”, la “Peace Foundation”, il movimento islamico “Minjah-ul-Quran”.

La dichiarazione è stata letta e diffusa nel corso di un incontro di preghiera interreligiosa intitolato “Preghiamo per il Pakistan”, guidato da padre Nadeem e dal leader islamico sufi Pir Shafaat Rasool a Lahore. L’obiettivo dell’incontro, come di tutto l’Anno della Pace, sarà di pregare e operare per la pace, la solidarietà, la riconciliazione, l’armonia interreligiosa e l’eliminazione del terrorismo dal Paese.

Accendendo tutti insieme un cero, i partecipanti si sono impegnati a rinnovare gli sforzi nel perseguire la pace in Pakistan ad ogni livello, attraverso anche un’opera di sensibilizzazione delle coscienze, dei membri delle proprie organizzazioni e di tutti i cittadini. Soprattutto, è stata rinnovata la promessa di continuare a pregare insieme per la pace e l’armonia nel Paese.

Nel 2015, verranno quindi organizzati seminari, conferenze, marce, iniziative culturali, concorsi per bambini, incontri interreligiosi “in modo che il nostro amato Paese diventi una culla di pace e tutti i cittadini vivono senza paura, contribuendo al progresso e alla prosperità”.

I presenti, tra cui diversi leader cristiani e islamici, hanno anche recitato insieme la preghiera attribuita a San Francesco d’Assisi “Signore, fa’ di me uno strumento della tua pace”. 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione