Dona Adesso

I vescovi europei aderiscono alla Giornata Mondiale di Preghiera per la Cura del Creato

Il CCEE accoglie l’invito del Santo Padre come “un tema centrale nei rapporti ecumenici”

Il Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE), attraverso la sezione Salvaguardia del Creato della sua Commissione Caritas in Veritate, si è unita all’iniziativa di papa Francesco di celebrare una Giornata Mondiale di Preghiera per la Cura del Creato, insieme con i fratelli ortodossi.

“Il desiderio di condividere l’attenzione alla cura del Creato insieme con la Chiesa ortodossa in Europa è stato e rimane un tema centrale nei rapporti ecumenici del continente che il CCEE favorisce”, ricorda il CCEE in un comunicato.

Già con le prime due Assemblee Ecumeniche Europee (Basilea, 1989 e Graz, 1997) il CCEE e la KEK (la Conferenza delle Chiese Europee) si davano il compito di esprimere l’impegno dei cristiani europei per la pace, la giustizia e la salvaguardia del creato.

Tale desiderio era stato poi ripreso nella Terza Assemblea Ecumenica Europea (Sibiu, settembre 2007), in occasione della quale i partecipanti raccomandavano che “il periodo che va dal 1 settembre al 4 ottobre venga dedicato a pregare per la salvaguardia del creato e alla promozione di stili di vita sostenibili per contribuire a invertire la tendenza del cambiamento climatico” (Messaggio finale, 8 settembre 2007).

Consapevoli che “la creazione può essere compresa solo come un dono che scaturisce dalla mano aperta del Padre di tutti, come una realtà illuminata dall’amore che ci convoca a una comunione universale” (Laudato si’, 76), il CCEE ha invitato “ad accogliere questo tempo di preghiera come un’occasione per rispondere alla responsabilità a cui il Signore chiama insieme tutti gli uomini, per diventare autentici custodi di ciò che Lui ha affidato loro”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione