Dona Adesso

“I ragazzi di Don Zeno”: il musical arriva a Roma

L’opera sulla vita del fondatore di Nomadelfia, in scena dal 17 al 19 ottobre all’Auditorium della Conciliazione, sarà presentata alla Radio Vaticana il 30 settembre 

Il prossimo mercoledì 30 settembre, alle 12.30, si terrà nella sala Marconi della Radio Vaticana, la conferenza stampa di presentazione del musical “I ragazzi di Don Zeno”, lo spettacolo che sarà in scena a Roma dal 17 al 19 ottobre presso l’Auditorium della Conciliazione. È la storia della vita di don Zeno Saltini e della comunità da lui creata, Nomadelfia, ovvero “il luogo dove la fraternità è legge”. Nomadelfia è una comunità di cattolici praticanti che vuole costruire una nuova civiltà fondata sul Vangelo, adottando uno stile di vita ispirato alle prime Comunità Cristiane.

Il periodo e il luogo non sono casuali: in occasione del Sinodo sulla Famiglia, Nomadelfia vuole mettere in  luce – con la propria testimonianza – la bellezza di una famiglia, aperta all’accoglienza sia attraverso l’affido che l’adozione, perché i figli sono da e di Dio. A Nomadelfia è possibile, perché le famiglie non vivono isolate, ma condividono la giornata in un gruppo familiare. Il musical è anche la testimonianza che le “pietre scartate” hanno costruito una realtà abitabile per l’uomo.

In sintonia con quanto ci ricorda Papa Francesco, don Zeno a Roma, l’8 marzo 1948, svuotò il brefotrofio di Villa Pamphili, accogliendo 120 bambini e ragazzi chiamati “scartini”, perché nessuno li voleva. Questi figli dell’abbandono hanno costruito una città in cui l’uomo è fratello dell’altro uomo.

Alla conferenza stampa prenderanno parte, oltre ai rappresentanti di Nomadelfia, la regista Anna Cianca, la sceneggiatrice Franca De Angelis, il coreografo Pierluigi Grison, il nipote di don Zeno don Stefano Stimamiglio e don Paolo Gentili, direttore dell’Ufficio Cei per la famiglia. Moderatore sarà il vaticanista del Tg1, Fabio Zavattaro.

About Gianluca Badii

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione