Dona Adesso

Foto: AdinaVoicu - Pixabay CC0

I megafoni della misericordia

Non c’è uomo, per quanto peccatore incallito e diabolico, che, esposto all’amore di Dio, non ne manifesti i riflessi dell’infinita misericordia

Ogni nuvola, per quanto nera, se è esposta al sole e investita dai suoi raggi, ha il suo orlo d’argento; diventa cioè un ca­polavoro che manifesta e riflette le meraviglie, i colori, i riflessi del sole più d’un cielo pulito.

Così non c’è uomo, per quanto peccatore incallito e diabolico, che, esposto all’amore di Dio, non ne manifesti, come la Maddalena e Sant’Ago­stino, i riflessi dell’infinita misericordia.

I peccatori pentiti sono il megafono della mise­ricordia di Dio. Ecco perché si fa più festa in cielo per un peccatore investi­to dal sole della misericordia, per un peccatore pen­tito, che non per novantanove giusti che (così pensano) non han­no bisogno di penitenza.

Ciao da padre Andrea

*

Per richiedere copie dei libretti di padre Andrea Panont e per ogni approfondimento si può cliccare qui.

About Andrea Panont

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione