Dona Adesso
Atomic bombings of Hiroshima (L)

WIKIMEDIA COMMONS

Hiroshima: nel 71° anniversario il messaggio di pace del card. Turkson

Il presidente del Pontificio Consiglio di Giustizia e Pace invoca la misericordia e il perdono di Dio in risposta a tutte le guerre e i terrorismi

Nel 71° anniversario dell’esplosione della bomba atomica ad Hiroshima, la Santa Sede commemora l’ultimo tragico evento della Seconda Guerra Mondiale, cogliendo l’occasione per ribadire la condanna di tutti i conflitti e di ogni forma di terrorismo.

Nella cattedrale della ricostruita metropoli nipponica, è stata celebrata una messa di suffragio per le vittime della bomba atomica. Tra i concelebranti, il padre gesuita Michael Czerny che, per l’occasione, ha letto il messaggio del presidente del Pontificio Consiglio per la Giustizia e per la Pace, il cardinale Peter Kodwo Appiah Turkson.

Il porporato ghanese, cita innanzitutto le parole del beato Paolo VI che, nel suo celebre discorso all’ONU del 1965, proclamò: “Non gli uni contro gli altri, non più, non mai!”.

Sulla scia delle parole di papa Montini, il cardinale Turkson afferma: “Preghiamo e agiamo in solidarietà con le vittime delle bombe atomiche e di tutte le guerre e di tutto il terrorismo nel mondo”.

Nel giorno della Trasfigurazione del Signore, il capodicastero invoca poi la misericordia di Dio, perché possa “ispirarci, insegnarci e guidarci”. Infine il cardinale Turkson auspica che “le grazie del perdono, della riconciliazione, della solidarietà e della speranza toccare ogni persona, ogni comunità di fede e di gruppo sociale che incontriamo”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione