Dona Adesso
Desks in an empty classroom

Pixabay CC0

Grande successo dello “sciopero dei banchi” contro il gender

Le associazioni promotrici annunciano che c’è stata grande adesione allo sciopero indetto in tutta Italia oggi, 4 dicembre, per contrastare l’ingresso del gender nelle scuole

“La prima Giornata Nazionale per il Diritto di Priorità Educativa della Famiglia ha registrato uno straordinario successo in tutta Italia: chiediamo al Ministro di ricevere quanto prima i promotori dell’iniziativa per dare risposta al disagio di centinaia di migliaia di genitori, preoccupati per l’ingresso nelle scuole dell’ideologia gender”. Lo affermano in una nota congiunta Filippo Savarese, portavoce dell’associazione Generazione Famiglia, tra le promotrici del Family Day dello scorso 20 giugno a Roma, e Alessandro Fiore, portavoce di ProVita Onlus, co-promotrice dell’evento insieme ai Giuristi per la Vita e Voglio la Mamma di Mario Adinolfi.
 
Dai siti delle associazioni promotrici sono state scaricate infatti migliaia di lettere da inviare alla ministra Stefania Giannini con la richiesta di un incontro ufficiale. E da tutto il territorio arrivano migliaia di segnalazioni via mail e social network di adesione allo “sciopero dei banchi”: una giornata di assenza di bambini e ragazzi per ribadire il diritto di priorità della famiglia nell’educazione sessuale e affettiva dei figli.
 
“Ci auguriamo – aggiungono Savarese e Fiore – che il Ministro non sottovaluti questa grande adesione, perché noi continueremo l’attività quotidiana di monitoraggio e denuncia dei casi concreti nelle scuole, e non escludiamo l’idea di una manifestazione delle famiglie direttamente sotto il Ministero dell’Istruzione”, concludono.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione