Dona Adesso
Logo Gmg - Giornata Mondiale della Gioventù Cracovia

Gmg-cracovia2016.it

GMG: sarà gratis il visto per Cracovia

Con quasi 600mila pellegrini già registrati, il comitato organizzatore si sta attrezzando per facilitare l’arrivo dei giovani dei paesi più lontani

Oltre mezzo milione di pellegrini già registrati e il gruppo più numeroso è quello italiano. La Giornata Mondiale della Gioventù di Cracovia, lungi dal coinvolgere solo una città, vedrà in campo quaranta diocesi polacche, pronte ad ospitare giovani di tutto il mondo, nella settimana precedente l’evento.

Secondo i dati del comitato organizzatore della GMG, sono quasi 270mila i posti disponibili per i pellegrini, dei quali 120mila sono già riservati. Il numero di pellegrini finora registrati si attesta intorno ai 586mila, tuttavia il numero di presenze complessive si annuncia notevolmente più alto e potrebbe superare i due milioni in occasione della veglia conclusiva.

Al Comitato organizzativo della GMG, situato nel centro di Cracovia, a circa dieci minuti a piedi dalla Curia arcivescovile, il lavoro ferve, con sacerdoti, ma soprattutto laici – non solo polacchi – all’opera. È un evento per giovani ed è organizzato per lo più dai giovani. Con grande calore veniamo accolti nel quartier generale della GMG.

Un passaggio fondamentale, ci spiegano, sarà il reclutamento dei volontari, dei quali già 13mila hanno presentato la candidatura online, formalizzabile fino al 31 marzo. “Ogni volontario è anche pellegrino e viene selezionato personalmente e in modo molto accurato – dice Dorota Abdelmoula, portavoce del Comitato organizzativo della GMG -. Il numero di volontari che puntiamo a raggiungere è di 25mila”.

Importante sarà il ruolo svolto dalle famiglie durante le giornate mondiali. “Cercheremo di fare in modo che i pellegrini siano ospitati il più possibile dalle famiglie, le quali sono molto motivate e con loro c’è grande movimento già da adesso – prosegue la portavoce -. Sono per lo più famiglie formate da persone che hanno partecipato alle GMG di 10 o 20 anni fa, ad esempio Parigi (1997), Roma (2000) o Sidney (2008), ed oggi sono desiderose di accogliere giovani che stanno per fare la loro stessa esperienza. Per chi verrà sarà un’occasione per conoscere da vicino i giovani polacchi e la loro Chiesa”.

Sfidando la lontananza sono stati ben 2000 i pellegrini polacchi che hanno preso parte alla GMG di Rio 2013: “Hanno ricevuto un’accoglienza meravigliosa ma soprattutto hanno ricevuto Cristo e si sono sentiti contagiati”, commenta Dorota.

In ogni luogo di accoglienza, i giovani riceveranno il tradizionale “kit del pellegrino”: lo zaino della GMG contenente, vari materiali spirituali, tra cui, testi di San Giovanni Paolo II e Santa Faustina Kowalska e una coroncina della Divina Misericordia.

Dopo la colazione in famiglia o in parrocchia, i pellegrini, come nell’edizione del 2011 a Madrid, potranno usufruire di voucher da spendere nei luoghi di ristorazione di Cracovia.

I numeri provvisori della prossima GMG parlano di quasi 120mila adesioni dall’Italia (che si attesta come il gruppo estero più numeroso), circa 60mila adesioni dalla Francia, 20mila dalla Germania, mentre 15mila è il dato complessivo relativo a Spagna e Portogallo. I paesi da cui sono state effettuate le registrazioni online all’evento sono stati finora 177.

Un aspetto particolare dell’evento di Cracovia riguarderà la sicurezza, anche in considerazione della visita di cortesia di papa Francesco al presidente della Repubblica polacco Andrzej Duda e degli incontri con le autorità. Il Trattato di Schengen rimarrà in vigore ma alle frontiere terrestri è probabile che venga effettuato il controllo dei documenti.

Ogni pellegrino che chiederà il visto per la Polonia, dovrà farlo non prima di tre mesi dall’arrivo e questo potrebbe creare problemi in particolare ai giovani provenienti dall’Africa o dall’America Latina. Molti dei loro paesi, infatti, non hanno ambasciate, né altri rappresentanti della diplomazia polacca su loro territorio. Pertanto, il Comitato Organizzatore si è attrezzato per inviare dei consoli nei paesi di origine dei pellegrini oppure trattare la pratica con le ambasciate dei paesi europei. Il visto sarà gratuito per tutti i pellegrini.

Quali saranno, tuttavia, i passaggi salienti della seconda GMG polacca della storia? Come è consuetudine, l’evento sarà preceduto dalle giornate diocesane, ospitate, oltre che a Cracovia, nelle seguenti diocesi: Stettino, Kozalin-Kolobrzeg, Pelplin, Danzica, Elblag, Olsztyn, Elk, Bialystok, Lomza, Plock, Torun, Bydgoscz, Zielona Gora, Poznan, Gniezno, Wloclawek, Drohiczyn, Legnica, Breslavia, Kalisz, Lodz, Lowicz, Varsavia, Sidlce, Swidnica, Opole, Czestochowa, Radom, Lublin, Gliwice, Katowice, Sosnowiec, Kielce, Sandomierz, Zamosc, Bielsko-Zywiec, Tarnow, Rzeszow, Przemysl.

A Cracovia, i luoghi dell’evento saranno essenzialmente tre: il Parco di Błonia, situato nel centro della Città, dove si svolgeranno alcune delle principali cerimonie, con la possibilità di ospitare fino a un milione e mezzo di persone; il Centro delle Vocazioni (allestito all’interno dello stadio di Cracovia vicino a Błonia), dove è al vaglio la possibilità di far ascoltare ai pellegrini, testimonianze vocazionali di circa 15 minuti ciascuna; il Campus Misericordiae, presso la spianata di Brzegi (Wieliczka) che ospiterà la veglia e la messa conclusiva presieduta dal Santo Padre.

Da segnalare l’allestimento di una “Casa del Pane” della Caritas di Cracovia e una casa di accoglienza per i bisognosi presso il Campus Misericordiae, che rimarrà in piedi anche dopo la GMG.

La GMG di Cracovia 2016 apre i battenti il pomeriggio di martedì 26 luglio presso il Centro delle Vocazioni, con l’inizio il Festival della Gioventù. In serata sarà celebrata la Santa Messa d’apertura presso il Parco di Błonia.

La mattinata di mercoledì 27 luglio sarà principalmente dedicata alle catechesi dei vescovi, previste nelle varie parrocchie, e alle catechesi itineranti, abbinate a pellegrinaggi nei due principali santuari di Cracovia: la Divina Misericordia e il centro dedicato a San Giovanni Paolo II, di recente inaugurazione. I pellegrinaggi dei vari gruppi nazionali si svolgono a rotazione: il turno degli italiani è previsto mercoledì. Nel pomeriggio e in serata, proseguirà il Festival della Gioventù.

La giornata di giovedì 28 luglio sarà analoga alla precedente, tranne che nelle ore serali, quando è prevista la cerimonia di accoglienza del Pontefice a Błonia.

Sarà ancora Błonia ad ospitare la Via Crucis nella serata di venerdì 29 luglio, dopo che in mattinata si saranno svolte le ultime catechesi con i vescovi e gli ultimi pellegrinaggi. Nel pomeriggio si chiude il Festival della Gioventù.

La mattina di sabato 30 luglio, tutti i pellegrini si avvieranno verso il Campus della Misericordia a Brzegi, dove ogni gruppo avrà a disposizione il proprio settore. In serata avrà luogo la veglia con il Santo Padre.

Domenica 31 luglio, si terrà in mattinata la solenne celebrazione eucaristica conclusiva presso Brzegi, presieduta da papa Francesco, il quale, nel pomeriggio, incontrerà i volontari, come atto conclusivo della XXXI Giornata Mondiale della Gioventù.

About Luca Marcolivio

Roma, Italia Laurea in Scienze Politiche. Diploma di Specializzazione in Giornalismo. La Provincia Pavese. Radiocor - Il Sole 24 Ore. Il Giornale di Ostia. Ostia Oggi. Ostia Città (direttore). Eur Oggi. Messa e Meditazione. Sacerdos. Destra Italiana. Corrispondenza Romana. Radici Cristiane. Agenzia Sanitaria Italiana. L'Ottimista (direttore). Santini da Collezione (Hachette). I Santini della Madonna di Lourdes (McKay). Contro Garibaldi. Quello che a scuola non vi hanno raccontato (Vallecchi).

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione