Dona Adesso

Gli auguri di Francesco alla comunità ebraica argentina

In una lettera all’amico rabbino Abraham Skorka, il Papa invia i suoi auspici per le festività di Rosh Hashaná e Iòm Kippùr

Le vecchie abitudini non si scordano mai. Come era solito fare da arcivescovo di Buenos Aires, Papa Francesco ha inviato alla comunità ebraica argentina il suo saluto per le prossime festività: il capodanno (Rosh Hashaná, 14-15 settembre) e lo Iòm Kippùr (22-23 settembre). Gli auguri del Pontefice – come informa L’Osservatore Romano – sono giunti tramite una lettera scritta al “caro fratello e amico”, il rabbino Abraham Skorka. 

In essa, Francesco ha definito lo Iòm Kippùr come “tempo in cui secondo la tradizione ebraica l’Eterno giudica tutte le creature”, dunque una ricorrenza – ha aggiunto – “che richiede a ognuno una «analisi introspettiva”. Attraverso la preghiera e la riflessione profonda, ha poi augurato il Santo Padre rivolgendosi a tutti i membri della comunità, “possiate elevare il vostro essere al fine di offrire un contributo significativo alla costruzione di una realtà migliore”.

Infine ha concluso: “Voglia il Signore accogliere le vostre preghiere e benedirvi tutti con la sua enorme misericordia. Ricordatevi di tenermi presente nelle vostre preghiere, così come io faccio con voi”.

 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione